Un gesto molto semplice e silenzioso ma in grado di lanciare l’allarme delle violenze e degli abusi domestici, aumentati in maniera preoccupante nel periodo della chiusura forzata a causa del Covid-19.
Pollice piegato sul palmo della mano aperta che poi si chiude a pugno.
Si tratta del “Signal for Help” cioè richiesta di aiuto, inventato in Canada dalla “Canadian Women’s Foundation” ed oggetto di una campagna di diffusione estesasi velocemente tramite i social in Italia e in altri paesi del mondo.
L’obiettivo è chiaro: dar vita ad un vero e proprio codice che possa essere riconosciuto a livello internazionale al fine di consentire a chi ha subìto un abuso domestico di chiedere aiuto senza lasciare tracce e dunque scongiurando il rischio di ulteriori violenze.
“Attenzione…” però, avvertono i Centri Antiviolenza della rete D.i.Re (Donne in rete contro la Violenza) in un comunicato. Si parla di una cosa seria che non è così facile da gestire in quanto manca ancora nel nostro Paese, allo stato, un protocollo di intervento valido che parta appena ricevuto il segnale.

Il coraggio della vittima di dare l’allarme e denunciare il fatto merita un sèguito adeguato che non abbandoni la persona a se stessa, in balìa di altri pericoli.
E’ necessario creare un protocollo per insegnare il da farsi alle persone che dovessero vedere un gesto simile e quindi ricevere tale richiesta di aiuto.
Il comunicato della rete D.i.Re. prosegue: “Esistono dei numeri utili da chiamare in caso di emergenza, il 112 e il 1522…Per affrontare la violenza sulle donne ci vuole sempre competenza. Non si può improvvisare”.

Pertanto, la prima mossa che si consiglia a coloro che ricevono il “Signal for Help” è quella di allertare le Autorità o di chiamare il numero Antiviolenza 1522. Tale numero è collegato alla rete dei Centri Antiviolenza e alle altre strutture per il contrasto alla Violenza di Genere presenti sul territorio. Si potranno quindi ricevere informazioni sul Centro Antiviolenza cui rivolgersi, più vicino al proprio domicilio.
Le operatrici del Centro Antiviolenza “Donne in Contatto Telerosa”, operante sul territorio di Giugliano  assicurano sin da ora che non solo continueranno a fornire aiuto e sostegno alle Donne Vittime di Violenza intra ed extra familiare, ma si attiveranno senza indugio nel momento in cui giungerà loro notizia da coloro i quali hanno ricevuto questo segnale di richiesta di aiuto.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.