Terminati i vaccini Covid in Campania, De Luca: “Distribuzione fatta in modo sperperato”

vaccini covid campania

Terminati i vaccini Covid in Campania, De Luca: “Distribuzione fatta in modo sperperato”.

“Ancora nella giornata di ieri la Campania ha raggiunto, con il 90%, la percentuale più alta d’Italia nella somministrazione dei vaccini. Oggi in tutte le aziende sanitarie si esauriscono le dosi consegnate alla nostra regione. Questa sera le aziende si fermano per mancanza di vaccini. E’ questo l’esito di una distribuzione fatta in modo sperequato nei giorni scorsi”. Lo annuncia il governatore della Campania, Vincenzo De Luca. (ANSA).

Vaccini Covid in Campania, De Luca annuncia il pass Covid free: “Si può andare al ristorante e al cinema in libertà” [ARTICOLO 8/01/2020]

Una card dopo la seconda vaccinazione, De Luca annuncia il pass Covid free: “Si può andare al ristorante e al cinema in libertà. Oggi è tornato a parlare Vincenzo De Luca nella consueta diretta del venerdì. Dopo lo stop dovuto alla vacanze natalizie, il Governatore della Campania ha dato aggiornamenti sulla situazione della pandemia in regione. “In questi mesi la Campania ha retto bene, nonostante, l’inizio ottobre pesante. Entro gennaio vogliamo fare una verifica epidemiologica. Dopo l’ultima settimana di gennaio prenderemo le decisioni sulla scuola, mobilità e tutto resto. Intanto il Governo manda l’Italia al manicomio. Le zone gialle, arancioni, rosse e gli allargamenti sono idiozie e finzioni che non sono in grado di controllare gli spostamenti. Diano ristori economici o tolgano le tasse. Voglio la zona arancione in tutta l’Italia fino a gennaio. Unica deroga per regioni in condizioni pesanti che vanno messe in zona rossa. Dobbiamo stare attenti c’è giù una riprese di epidemia e dobbiamo arrivare a fine gennaio per capire la situazione“, dichiara il Presidente.

Un ulteriore sistema di restrizioni secondo colorazione sarebbe una scelta irresponsabile prima di conoscere a fine gennaio cosa hanno prodotto le festività natalizie. Servirebbe solo a prolungare all’infinito l’epidemia e a mandare in ancora maggiore confusione cittadini e categorie produttive. Noi siamo per un’unica zona arancione fino a fine gennaio, quando poi potrebbe scattare la zona rossa nei casi di particolare emergenza. Ma moltiplicare scelte parziali (giallo, giallo rafforzato, arancione, rosso…un visitatore alla volta. Sotto i 5.000 abitanti…non oltre i 30 km e via dicendo), cose peraltro assolutamente incontrollabili, significherebbe venire meno a un dovere elementare di messa in sicurezza dell’Italia e a un rapporto semplice per un Paese intero“, ha scritto Vincenzo De Luca sulla sua pagina Facebook.

LA CARD PER IL VACCINO

In Campania dobbiamo fare 8 milioni e 800mila di vaccini, ciò richiede nessuna distrazione. Dobbiamo fare la doppia vaccinazione. Se funziona tutto alla perfezione il completamento arriverà a novembre. Ho già chiesto personale in più ad Arcuri. Dovremo fare una sfida per il 2021, intanto manteniamo comportamenti rigorosi. Daremo ad ogni cittadino che farà la seconda vaccinazione una tessera, con la quale potranno andare al cinema o al ristorante avendo la certificazione. La Campania darà una card per cittadini vaccinati“, annuncia De Luca.