[VIDEO]. Ancora un maxi rogo in Campania, nube tossica di pneumatici e rifiuti speciali in fiamme

Un vasto incendio si è sviluppato in un’azienda che tratta rifiuti speciali nella zona industriale di Battipaglia (Salerno). “La nostra città- secondo quanto riferisce il sindaco Cecilia Francese – è stata svegliata da una nube tossica di pneumatici che bruciano, e dalle prime indagini sul luogo l’incendio sembrerebbe doloso“. L’azienda interessata dal rogo si occupa di recuperare pneumatici in disuso.”A Battipaglia sta accadendo qualcosa di losco. È una guerra e le vittime sono i cittadini che in quel territorio soffrono da troppo tempo”.

Così il ministro dell’Ambiente Sergio Costa commenta l’incendio di vaste dimensioni divampato la scorsa notte in un’azienda di trattamento rifiuti speciali nella zona industriale di Battipaglia. “Quando il 24 agosto scorso ho incontrato i cittadini – aggiunge Costa – ho promesso loro che, in caso di riconferma, avrei immediatamente avviato un tavolo tecnico. Ne ho parlato con la direzione generale e i tecnici, e oggi stesso partiranno le convocazioni di un tavolo”.

Incendio Battipaglia

Battipaglia, a fuoco i locali di un’azienda di smaltimento pneumatici: nube tossica invade le vicinanze. #Verdi: “Siamo preoccupati per la salute dei cittadini, attendiamo le risultanze dell’Arpac. Si indaghi sulla possibilità di un sabotaggio”“Monitoriamo con attenzione l’evoluzione dell’incendio che ha interessato i locali di un’azienda di smaltimento rifiuti a Battipaglia. Il rogo ha generato una nube tossica che ha invaso le vicinanze. Siamo preoccupati per la salute dei cittadini, attendiamo le risultanze delle analisi della qualità dell’aria condotte dall’Arpac per avere un quadro più chiaro circa la situazione. Purtroppo non è la prima volta che fatti del genere si verificano nel comprensorio di Battipaglia”. Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “Proprio il mese scorso a Battipaglia andò a fuoco l’edificio della New Rigeneral, un’azienda facente parte dello stesso comparto. Risulta difficile pensare ad una coincidenza. Tra l’altro, stando alle prime risultanze, l’incendio sarebbe di natura dolosa. Per questa ragione avanziamo l’ipotesi che si possa trattare di un sabotaggio e invitiamo le autorità a vagliare anche questa possibilità”.

Publiée par Francesco Emilio Borrelli sur Jeudi 12 septembre 2019