ragazze rapinate nappoli video
I fotogrammi del video

Rapina due ragazze 18enni in viale dei Colli Aminei ma il Maresciallo dei Carabinieri vede tutto. Nel quartiere Colli Aminei i Carabinieri della stazione di Capodimonte, insieme a quelli del nucleo operativo della compagnia del Vomero, arrestavano per rapina Gaetano Autiero, 38enne di Miano.

E’ mezzanotte e l’uomo è a bordo della sua auto. Sta percorrendo viale dei Colli Aminei e si avvicina a 2 ragazze che stanno passeggiando. Accosta, scende dall’auto e scaraventa a terra le 2 vittime che tentavano di fuggire. Si impossessa della borsa – con all’interno uno smartphone – di una delle due 18enni.

IL MARESCIALLO ASSISTE ALLA RAPINE ALLE RAGAZZE

Alla scena assiste il Comandante della Stazione dei Carabinieri di Capodimonte. Affacciato alla finestra del proprio alloggio, il sottufficiale urla nei confronti del 38enne che desiste dal rapinare anche l’altra vittima e fugge con la sua auto.

Scattano immediatamente le indagini dopo la rapina alle ragazze. Quindi i carabinieri irrompono nell’appartamento di Autiero, nel rione San Gaetano e, durante la perquisizione, trovano il cellulare della vittima e e arrestano Autiero. Lo smartphone è stato restituito alla legittima proprietaria che, ricorsa alle cure mediche, ne avrà per 5 giorni. Stessa prognosi per l’amica.

IL VIDEO DELLA RAPINA

Reagisce alla rapina dello scooter, 17enne gambizzato a Torre Annunziata

Nella serata di ieri a Torre Annunziata un giovane di 17 anni è stato gambizzato (ferite d’arma da fuoco alla gamba destra) nel corso di un tentativo di rapina. Il 17enne era in sella ad uno scooter quando due persone l’hanno avvicinato e gli hanno intimato di consegnare scooter e soldi.

Ad una sua reazione i malviventi hanno fatto fuoco ferendolo alla gamba. Il fatto è accaduto in via Gino Alfani, a Torre Annunziata. I sanitari del 118 hanno soccorso il giovane e portato dall’ospedale di Castellammare di Stabia e da qui trasferito al Cardarelli. Le sue condizioni non destano preoccupazione. Sulla vicenda indagano gli agenti della polizia di Stato..

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.