Follia durante una partita di calcio nel Salernitano, calciatore spacca il labbro all’arbitro dopo l’espulsione

Ha dell’assurdo quanto accaduto in provincia di Salerno durante una partita di seconda categoria. Durante un match l’arbitro di turno aveva espulso, per doppia ammonizione, un calciatore negli ultimi minuti di gara. Un gesto che ha portato il giocatore a perdere la testa. Di fatti, quest’ultimo, ha colpito con violenza l’arbitro al volto spaccandogli il labbro e ferendolo al mento. Follia che gli è costata una squalifica di un anno. Non sembra pacarsi, dunque, il comportamento indisciplinato di alcuni giocatori nei confronti dei direttori di gara, soprattutto nelle serie minori.