“Voglio tornare in carcere” stacca la testa alla Madonna

Aveva rubato due candelieri in ottone da una chiesa di Bologna e davanti ai carabinieri che gli hanno trovato in casa la refurtiva, si è giustificato dicendo di averlo fatto perché voleva tornare in carcere. Il ladro, un 35enne, è stato denunciato per furto aggravato. A segnalare la sparizione dei due candelieri era stato il parroco della chiesa di via Toscana e ai militari non è servito molto tempo per arrivare al 35enne, una loro ‘vecchia conoscenza’.

La perquisizione in casa dell’uomo non ha lasciato dubbi: i due candelieri in ottone erano nascosti in uno zaino. A questo punto il ladro ha ammesso il furto, nella ‘speranza’ di riuscire a tornare in carcere. Inoltre il 35enne ha confessato di aver recentemente decapitato la scultura di una statuina raffigurante la ‘Vergine Maria’, che si trovava all’esterno della chiesa. La refurtiva è stata sequestrata e domani verrà restituita alla chiesa di via Toscana in occasione della messa domenicale.