Acerra, non si ferma al posto di blocco e investe vicecomandante della polizia municipale

Non si è fermato all’alt della Polizia Municipale perché a bordo di un ciclomotore senza assicurazione e senza casco, investito il vice comandante dei vigili urbani di Acerra impegnato nella quotidiana azione di controllo del territorio. Finisce gli arresti domiciliari, un 20enne per lesioni personali e resistenza a pubblico ufficiale. Il giovane, residente ad Acerra, questa mattina è stato fermato da due pattuglie di vigili urbani che in pieno centro stavano svolgendo un’azione di controllo sui veicoli in circolazione.

A bordo del ciclomotore, su cui si stanno effettuando altri accertamenti, erano in due: un 20enne ed un ragazzo minorenne. Il guidatore non si è fermato al primo alt dei vigili urbani, ha proseguito cercando di aggirare anche gli altri due agenti che gli avevano intimato di fermarsi, investendo l’ufficiale della Polizia municipale, ed è poi scappato. Immediatamente il ciclomotore è stato inseguito da un’auto dei vigili urbani ed è stato rintracciato, fermato, è stato sottoposto agli arresti domiciliari per lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. Il vice comandante del Corpo della Polizia municipale, che nonostante le lesioni ha partecipato all’inseguimento, ha riportato escoriazioni varie al volto, ad una gamba e ad un braccio e un sopracciglio spaccato. Le operazioni di controllo del territorio da parte dei caschi bianchi sono ancora in corso.