Nel riquadro Pasquale Cristiano

Un attacco diretto al gruppo delle Palazzine di Arzano, quello della 167. È l’ipotesi maggiormente presa in considerazione per cercare di inquadrare il movente dell’agguato costato quasi la vita a Raffaele Liguori, 31enne esponente di spicco del gruppo capeggiato da Pasquale Cristiano, ‘costola’ degli Amato-Pagano. Secondo la prima ricostruzione effettuata dalle forze dell’ordine (indagini affidate ai carabinieri della compagnia di Casoria), Liguori sarebbe stato affrontato da due persone in sella ad una moto che gli hanno esploso due colpi in pieno viso in via Squillace al confine tra Arzano e Casoria. L’uomo adesso è in condizioni disperate all’ospedale Cardarelli dove lotta tra la vita e la morte.

Liguori è stato scarcerato solo pochi mesi fa e in passato era rimasto coinvolto in un’indagine per estorsione per la quale fu anche arrestato. Secondo le prime informazioni trapelate l’agguato potrebbe essere il preludio ad una ripresa della guerra tra gli Scissionisti di Arzano e i ‘nuovi Moccia’. Basti ricordare che in tale contesto era maturato il duplice omicidio Casone-Ferrante, avvenuto in un centro estetico.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.