Il postino di Maria De Filippi, precisamente di C’è posta per te,  è arrivato a Torre del Greco per bussare alla porte di una donna giovane e bella, ma con il cuore spezzato. Anna, questo il suo nome, è stata diciotto anni insieme a quello che era il suo Pasquale. Fino a quando lui non è però andato in crisi e l’ha tradita, ricevendo anche il perdono da parte della sua consorte. L’uomo commette lo stesso errore per la seconda volta, rendendo inevitabile il divorzio ed il fatto che debba andarsene via di casa.

Il tentativo di Pasquale

Il giovane torrese non riesce ad accettare la fine della relazione e gioca, quindi, la sua ultima ultima carta davanti alle telecamere di C’è Posta per Te. In studio la rivelazione dei sensi colpa per il fatto di non poter aver figli per colpa sua: per questo motivo Pasquale ha iniziato a frequentare una collega d’ufficio. Anna non ci passa sopra e, alla fine, decide quindi di tenere chiusa la busta: “Sto bene da tre mesi e penso anche a me stessa”, le parole della donna. Pasquale non si arrende e ribatte prima della decisione finale: “Sarà soltanto un arrivederci”.

Le altre notizie | C’è Posta per Te, Patrizia muore per un tumore: Insigne è la sorpresa per papà Bruno e mamma Carmela

A “C’è posta per te” di Maria De Filippi lacrime e grande commozione per Lorenzo Insigne. Il capitano del Napoli ha abbracciato nello studio di Canale 5 Bruno e Carmela , un papà e una mamma che hanno perso la figlia Patrizia per un tumore. La coppia era stata chiamata a C’è posta per te da un figlio che in questo modo ha voluto dare forza ai suoi genitori. Il figlio Nicola, juventino, ha voluto far conoscere ai genitori, tifossissimi del Napoli, il loro idolo Lorenzo Insigne, che sì è molto commosso nel corso del racconto della storia.

«Patrizia era una persona speciale e so che vi manca tanto. So anche che non sono come lei, ma sono qui, stasera a C’è posta per te, per provare a dare una piccola gioia al vostro cuore. Voi, solidi e sempre accoglienti, non vi meritavate questo dolore. Nulla è valso a trattenere Patrizia, nonostante la sua forza, il suo entusiasmo, la sua personalità vulcanica e profonda come il mare. Siamo stati al suo fianco per tanto tempo ed io mi struggo per non essere riuscito a salvarla. Stiamo a tavola, seduti uno di fronte all’altro, senza parlare e senza ridere da troppo tempo. Mamma, papà, torniamo a vivere…Io vi amo tantissimo e siete le persone che stimo di più al mondo.

Oggi deve essere un giorno di festa. Guardate le scale, sta scendendo una persona speciale, ed è solo per voi», ha detto Nicola in una lunga e commuovente lettera ai genitori.

Le parole di Insigne

Insigne era seduto al fianco di Bruno e Carmela. Il giocatore del Napoli è visibilmente commosso a C’è posta per te. «Sono ancora emozionato per la lettera di Nicola. Posso immaginare il dolore che provate, anch’io sono padre, ma avete un figlio meraviglioso ed è per lui che dovete provare a tornare a sorridere di nuovo», ha detto l’attaccante del Napoli e della Nazionale a questi due meravigliosi genitori. Lorenzo ha poi consegnato loro una sua maglietta firmata, una cassetta degli attrezzi nuova per Bruno, appassionato del fai-da-te, un gioiello a Carmela e il suo braccialetto del Napoli, con una sua dedica alla squadra dopo un’importante vittoria di campionato.

La busta si apre e Nicola abbraccia i suoi genitori.  Insigne ha anche ironizzato sulla fede juventino del figlio, annunciando una “conversione”.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

Pubblicità