Un bambino di meno di due anni è morto lo scorso 18 giugno all’ospedale Sant’Orsola di Bologna e la Procura, con il pm Marco Forte, ha aperto un fascicolo per omicidio colposo a carico di ignoti, disponendo l’autopsia per far luce sulle cause del decesso. La famiglia del bambino, assistita dallo Studio3A-Valore Spa, società specializzata nel risarcimento danni a tutela dei cittadini, ha presentato un esposto chiedendo di approfondire eventuali responsabilità dei medici che lo hanno avuto in cura al Bufalini di Cesena e al Sant’Orsola, dove era stato infine trasferito. Lo riporta Leggo.

 

Il piccolo, che avrebbe compiuto due anni a luglio, è morto il 18 giugno. Lunedì 15, secondo l’esposto, aveva una febbricola e da lì in poi le sue condizioni sono peggiorate: febbre alta, tremori, vomito. Nel pomeriggio di mercoledì 17, dopo averlo portato al mattino dalla pediatra che aveva riscontrato placche alla gola prescrivendogli un farmaco, i genitori hanno deciso di portarlo al pronto soccorso del Bufalini, dove è stato subito ricoverato in Pediatria e poi le sue condizioni sono precipitate. Tra i punti segnalati dalla famiglia, un presunto ritardo nel trasporto da Cesena a Bologna, dove il bambino sarebbe arrivato il 18 in condizioni disperate per morire prima di essere sottoposto a un’operazione.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.