«Chiedi scusa», inseguito con l’auto e minacciato ma non è una rapina: notte di terrore dopo il giro a Napoli

Attimi di terrore la notte di Natale per uno studente universitario della Valle Caudina. Il 22enne stava rientrando da una passeggiata a Napoli con gli amici quando, tra la frazione Gaudello di Acerra e Cancello Scalo, verso la mezzanotte, la sua Fiat Panda è stata speronata, come riportando sul sito edizionecaserta. Il 22enne terrorizzato si è fermato temendo una rapina, dall’auto sono scesi i due occupanti inveendo contro di lui come se fosse il 22enne il responsabile, poi uno dei due aggressori ha estratto una pistola infilandogli la canna in bocca. D’istinto il giovane ha pensato di addossarsi comunque la colpa e chiedere scusa ai due giovani. Così i due sono scomparsi nella notte lasciando il giovane attonito e spaventato. Il ragazzo sta meditando se presentare o meno una denuncia.