Coronavirus, altri quattro contagiati ad Acerra: l’appello del sindaco

Le autorità sanitarie comunicano altre quattro persone positive al Coronavirus nella città di Acerra, che si aggiungono ai cinque positivi dei giorni scorsi, più una persona in isolamento a Sant’Anastasia.

Il Sindaco Raffaele Lettieri nel suo aggiornamento alla città ha spiegato: “Come già detto in precedenza e come si vede dal numero dei contagi in città, la strada davanti a noi per uscire da questa pandemia è ancora lunga. E se i cittadini non rispettano le regole, se non rimangono chiusi in casa non potremo mai sconfiggere il virus.

A tutti i nostri concittadini che si sono ammalati auguriamo una pronta guarigione e tanta salute. A loro, alle loro famiglie in quarantena e in autoisolamento, ma anche a chi dovesse avere evidenti sintomi come febbre alta e tosse ricordiamo che abbiamo istituito un servizio speciale dedicato a loro, rimanete a casa e non esitate a chiamare il comune per segnalarci bisogni e necessità, per la consegna domiciliare della spesa alimentare, di farmaci e beni di prima necessità. Tramite rigorosi protocolli idonei a garantire la sicurezza e la privacy di tutti sarete aiutati.

Naturalmente ricordo a tutti di non seguire le fake news che girano sui social o sui gruppi wathsapp ma solamente le informazioni ufficiali che vengono dal Comune. Le autorità sanitarie si stanno occupando di queste persone e stanno accertando se sono entrati in contatto con qualcuno”.

Il primo cittadino ha concluso: “Intanto ribadisco a tutta la cittadinanza l’assoluta necessità di rimanere in casa per evitare il moltiplicarsi dei contagi. Rinnovo l’appello a tutti per una adesione rigida a questo piccolo sacrificio; rimanere in casa tutela la salute di tutti e, nel contempo, quella degli altri.”