32.3 C
Napoli
sabato, Luglio 2, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Covid in Campania, l’allerta di De Luca: “Preoccupante aumento dei positivi”


Oggi Vincenzo De Luca è tornato a parlare dei casi covid in Campania. Il presidente della Regione ha chiesto ai suoi concittadini di prestare attenzione alla quotidianità nella sua consueta diretta Facebook: “Dobbiamo tenere gli occhi aperti, l’aumento è assolutamente preoccupante. Do un dato, il raffronto fra il 2021 e il 2022: nel 2021 avevamo a metà giugno circa 120 positivi, ieri circa 5600 positivi. Questo è il rapporto. È vero che non abbiamo gravità o patologie particolari, ma è vero anche che, se i numeri sono questi oggi, dobbiamo aspettarci problemi in autunno”.

Covid, in aumento i ricoveri e l’indice Rt: nove regioni ad “alto rischio” 

Dopo due mesi e mezzo di stabilità l’indice Rt covid sale sopra la soglia epidemica superando l’uno, l’incidenza è in aumento ed otto regioni sono sotto osservazione. Era dal 18 Aprile che l’indice di trasmissibilità covid Rt non superava l’uno. Nelle due settimane di giugno i dati riportano un rialzo dei contagi e della trasmissibilità. Tra il primo giugno ed il quattordici infatti l’Rt calcolato sui casi sintomatici è stato di 1,07 superando lo 0,83 della settimana precedente.

I dati Covid

Anche l’incidenza settimanale pare essere in aumento; la settimana che va dal 17 giugno al 23 ha registrato un +62%: 504 ogni 100.000 abitanti. I numeri dell’incidenza sono quindi in rialzo rispetto a quelli della settimana precedente (10/06 – 16/06) che registrava 310 ogni 100.000 abitanti. Questi sono i dati delle prime settimane di giugno monitorati dal Iss-ministero della salute sull’andamento dell’epidemia covid. Dai dati registrati si evince anche un rialzo di ricoveri sia in reparti ordinari che in quelli in terapia intensiva. Il tasso di occupazione sale infatti al 2,2 rispetto al 1,9 della settimana precedente. Ad aumentare in generale è anche il tasso di occupazione nazionale in aree mediche che questa settimana supera il 6,7% della previa arrivando al 7,9%.

I numeri delle regioni 

Tutti questi dati hanno infatti portato alla specifica da parte del report del Iss-mininistero che nessuna regione o provincia autonoma questa settimana è classificabile come a basso rischio. Dodici regioni sono state infatti dichiarate a rischio moderato mentre nove ad alto rischio. Nello specifico l’incidenza dei casi Covid supera i 500 per 100.000 abitanti in otto regioni. Abruzzo (533,1), Emilia Romagna (512,0), Friuli Venezia Giulia (552,4), Lazio (672,7), Sardegna (680,7), Sicilia (563,2), Umbria (560,9) e Veneto (623,0).

Per quanto riguarda l’occupazione dei reparti ordinari ospedalieri questa settimana a superare il valore d’allerta fissato al 15% sono due regioni. A superare la soglia per l’occupazione dei posti letto da parte di pazienti covid sono infatti L’Umbria (17,7%) e la Sicilia (17,6%).

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Reddito di cittadinanza, ecco la stretta: si perde rifiutando anche offerte di privati

Arriva la stretta al reddito di cittadinanza che, nelle intenzioni, punta a risolvere il problema della carenza di manodopera,...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria