Elezioni a Mugnano, la strategia silenziosa di Sarnataro per ricandidarsi a sindaco

biocidio mugnano sarnataro

Luigi Sarnataro sta lavorando sotto traccia per costruire la sua ricandidatura a sindaco nella coalizione di centrosinistra in vista delle Elezioni Comunale del 2020. Secondo la prassi politica il primo cittadino uscente sarebbe automaticamente confermato automaticamente ma l’attuale fascia tricolore non ha mai ufficialmente confermato questa ipotesi. Proprio il suo attendismo e la fuga in avanti di altri candidati potrebbe favorire l’attuale esponente del centrosinistra.

LA FUGA IN AVANTI DI INIZIO ANNO

Durante la presentazione della sua ultima giunta, avvenuto lo scorso febbraio, affrontò il tema: “Nel 2020 l’amministrazione andrà alla naturale scadenza e quindi ci saranno nuove elezioni: mi sento abbastanza giovane per andare in pensione. Penso di poter dire ancora la mia e penso di poterlo fare con questa compagine. Ovviamente i tempi sono prematuri per fare dei ragionamenti, che dovranno essere fatti dalle forze politiche perché le decisioni vengono prese tutti insieme. Però è difficile immaginare una soluzione diversa, guardando anche i comuni dell’hinterland. E’ importante salvaguardare il patrimonio di un’esperienza politica di centrosinistra e quella civica: tutte le forze che si rivedono nell’anti-populismo e antirazzismo. Metterle insieme non sarà facile“.

Quelle dichiarazioni fecero uscire allo scoperto l’attuale Presidente del Consiglio Comunale Pierluigi Schiattarella, quando ricordò di essere anche lui un possibile candidato sindaco.

L’ALLARGAMENTO DELLA COALIZIONE

Sarnataro potrebbe allagare la sua coalizione ai consiglieri centristi presenti tra le fila dell’opposizione. Una convergenza potrebbe emergere in Consiglio Comunale nel quale sarà necessario approvare provvedimenti importanti tra cui la gestione del mercato ittico.