Esplosione nella fabbrica di Ottaviano, l’ultimo post di Enzo prima della tragedia: «Vita da cani»

Aveva riaperto lunedì per effetto dell’ultimo decreto governativo, la Adler di Ottaviano, dove ieri, poco prima delle 16, è avvenuta un’esplosione nella quale è deceduto Vincenzo Lanza. Il 55enne è stato estratto dalle macerie del capannone insieme con suoi due colleghi, uno dei quali è stato anche sottoposto ad un intervento chirurgico nell’ospedale civile di Nola ed è in gravi condizioni (l’altro operaio, con ferite più lievi, è al Cardarelli di Napoli). Secondo le prime ricostruzioni si sarebbe trattato di una bombola di gas ma si lavora per accertare il motivo con precisione. Sulla vicenda indaga la Procura di Nola.

Sono tantissimi i post di cordoglio e dolore per Enzo.”Una tragedia inspiegabile” scrive un amico sui social”. Poi ancora: “Enzo non ti dimenticheremo mai, sempre così disponibile e generoso. Rimarrai sempre nei nostri cuori”.Enzo due giorni prima della tragedia, sul suo profilo Facebook, ha pubblicato una foto con il suo amico a 4 zampe e nella didascalia si legge: “Vita da cani”.

 

Il video

Un video che racconta alla perfezione quanto accaduto poco fa ad Ottaviano, dove per motivi ancora da accertare, un incendio ma mandato in fumo la Adler, azienda di proprietà di Paolo Scudieri. Secondo il primo bilancio si sono registrati un morto,Vincenzo Lanza, un ferito gravissimo trasportati all’ospedale di Nola e una persona ferita trasportata all’ospedale Cardarelli. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e il personale del 118.