Quantcast
5.5 C
Napoli
mercoledì, Febbraio 8, 2023

Frana ad Ischia, De Luca: “150 famiglie sfollate da casa: c’è pericolo”

Pubblicità

Dalle prime verifiche effettuate effettuate dai tecnici della Regione Campania sono 150 le famiglie che non potranno far rientro nelle loro abitazioni a causa di situazioni di pericolo e delle condizioni idrogeologiche.  Insieme alla ricerca dei dispersi l’altra grave emergenza è quella abitativa, per la quale la Regione sta definendo insieme ai sindaci le più opportune soluzioni, garantendo condizioni di piena sicurezza. Segnaleremo questa ulteriore e grave situazione alla Presidenza del Consiglio e alla Protezione Civile, con l’obiettivo di evitare il prolungarsi di condizioni di precarietà per gli sfollati. E’indispensabile, vista l’impossibilità per le famiglie di rientrare nelle proprie abitazioni nelle zone più colpite, definire il trasferimento in altro luogo, in sicurezza. E’ questa l’altra grave emergenza che preoccupa in queste ore“, dichiara Vincenzo De Luca.

Sono 126-130 le persone che dormiranno fuori dalla propria abitazione stanotte, però a tutti verrà data una sistemazione alberghiera perché da subito abbiamo spostato quelli della cosiddetta “zona rossa” in un palazzetto e vengono sistemati mano a mano negli alberghi” ha detto il prefetto di Napoli, Claudio Palomba, ai microfoni del Tg1

Pubblicità

Stiamo chiudendo l’atto amministrativo operativo per richiedere lo stato di emergenza“. Lo ha dichiarato Fabrizio Curcio, capo del Dipartimento della Protezione civile, durante il punto stampa nella Prefettura a Napoli al termine del CCs. “Attendiamo di collegarci con la Regione per formalizzare l’atto per permettere così ai sindaci di essere ancora più operativi“, ha aggiunto.

DRONI PER LE RICERCHE DEI DISPERSI

“L’impegno dei Carabinieri nei soccorsi è intenso già dalle prime luci dell’alba. Agli 80 carabinieri normalmente presenti a Ischia che da subito si sono attivati nelle ricerche dei dispersi si sono aggiunti altri 21 militari del Reggimento Campania. Sono dotati di veicoli fuoristrada, in grado di raggiungere anche le zone più difficili. Domani ne arriveranno altri 10. Si tratta di un potenziamento fortemente voluto per aumentare le capacità della macchina dei soccorsi, per controllare il territorio ed evitare episodi di sciacallaggio. Con le 10 unità del Reggimento Campania, domani, arriveranno anche 6 carabinieri forestali. 3 saranno dotati di droni, 2 sono specializzati in materia di dissesto idrogeologico. I loro rilievi saranno messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Intanto, gli sfollati saranno ospitati in strutture alberghiere dell’isola. Siamo vicini alla popolazione ischitana e lavoreremo giorno e notte fino a quando non avremo trovato e soccorso tutti i dispersi“, annuncia il Generale Enrico Scandone sull’impegno dei Carabinieri sull’isola d’Ischia.

LE PAROLE DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA E DEL CAPO DEL GOVERNO

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha chiamato il sindaco della Città metropolitana di Napoli, Gaetano Manfredi, per esprimere la propria vicinanza alle popolazioni colpite dalla frana, per esprimere riconoscenza per l’opera dei soccorritori e per sincerarsi sull’andamento dei soccorsi. Manfredi ha ringraziato il Capo dello Stato per essere sempre vicino alla città e alla sua comunità.

Il Presidente Giorgia Meloni ha seguito l’evolversi dei soccorsi nell’isola di Ischia nella sede della Protezione Civile, in videocollegamento con il comitato operativo del centro di coordinamento soccorsi, allestito alla Prefettura di Napoli per ricevere aggiornamenti e rimanere in contatto con le sedi operative che stanno prestando soccorso. “Rinnovo la nostra gratitudine nei confronti delle istituzioni, che si sono immediatamente mobilitate, e a tutti gli eroici soccorritori che stanno lavorando incessantemente per aiutare le popolazioni colpite dal maltempo”, ha dichiarato il Presidente Meloni.

FERITI E UN DECESSO

Un uomo di 60 anni ferito nella frana di Casamicciola è stato trasferito all’ospedale Cardarelli di Napoli dove è ricoverato in prognosi riservata nel reparto Trauma center. L’uomo ha riportato un politrauma da schiacciamento; trasportato in un primo momento all’ospedale Rizzoli di Lacco Ameno, è stato poi trasferito sulla terraferma nell’ospedale napoletano.

Altre due persone ferite sono ricoverate al Rizzoli per ferite di minore gravità e non in pericolo di vita. All’ospedale Rizzoli è stato portato anche il corpo senza vita della donna di 30 anni al momento unica vittima accertata. Al momento i dispersi sono 10.  

Pubblicità

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Pubblicità

Ultime Notizie

Vittima innocente di camorra, cancellato un ergastolo per l’omicidio di Antonio Landieri

La Corte di Cassazione (prima sezione penale) ha annullato la sentenza di condanna all'ergastolo - limitatamente alla aggravante della...

Nella stessa categoria