Polemica sullo staff di De Luca
Polemica sullo staff di De Luca

Scoppia un nuovo caso in Regione Campania. Il consigliere regionale di Caserta Gianpiero Zinzi ha, infatti, presentato una interrogazione al governatore campano Vincenzo De Luca chiedendo chiarimenti sulle dosi di vaccino che sarebbero state somministrate anche ad alcuni membri del suo staff.

“Dalle raccomandazioni del Mistero della Salute – scrive l’esponente della Lega – non sembrerebbero previste eccezioni” rispetto alle categorie indicate. “Ciò nonostante il 27 dicembre 2020 il Presidente della Giunta si è vaccinato presso l’Ospedale “Cotugno” di Napoli, a differenza dei Governatori delle altre Regioni. Anche i componenti dell’Unità di crisi regionale sembrerebbero essere stati tutti vaccinati nel successivo mese di gennaio, mentre i componenti delle unità di crisi delle altre regioni non hanno avuto accesso ad alcun canale di priorità”.

Per questo motivo, Zinzi chiede di sapere “se corrispondano al vero le notizie relative alla somministrazione del vaccino ai componenti degli uffici di Diretta Collaborazione del Presidente della Giunta, circostanza questa che rappresenterebbe nuove eccezioni rispetto a quanto previsto dal Piano regionale”.

Le parole di Salvini

 “Troppi furbetti del vaccino che saltano la fila, e in Campania ci aspettiamo chiarezza immediata sulle dosi che sarebbero state già somministrate ai collaboratori del presidente De Luca. La Lega farà una interrogazione. Sulla salute non si scherza”. Lo dice il leader della Lega, Matteo Salvini, dopo il caso sollevato dal capogruppo della Lega in Consiglio regionale della Campania, Gianpiero Zinzi, che ha preparato un’interrogazione, di cui riferisce l’edizione odierna del “Corriere del Mezzogiorno”, per chiedere “se corrispondano al vero le notizie relative alla somministrazione del vaccino ai componenti degli uffici di diretta collaborazione del presidente della Giunta regionale, circostanza questa che rappresenterebbe nuove eccezioni rispetto a quanto previsto dal Piano regionale”.

L’Unità di Crisi: “Rispettati i protocolli”

A stretto giro, la replica dell’Unità di Crisi per l’emergenza Covid19 della Campania: “Le vaccinazioni in Campania, sin dall’inizio della campagna vaccinale, avvengono nel pieno rispetto dei protocolli ufficiali, secondo le priorità previste dal Piano nazionale”.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.