Giallo per la morte di F.L., un noto medico napoletano trovato senza vita in una stanza d’albergo. Chirurgo di notevole fama, da anni in forza all’ospedale Anna Rizzoli di Ischia ma era anche uno dei personaggi più in vista della cosiddetta «Napoli bene». A riportare la notizia è Il Mattino.

Sulla sua morte indagano i carabinieri della Compagnia Napoli Centro che hanno posto sotto sequestro la salma. Il corpo è stato rinvenuto ieri in una stanza al terzo piano dell’hotel Exe Majestic, dove sembra che l’uomo di fosse recato la sera prima. Ancora ignoto il motivo che ha spinto il noto professionista a recarsi in un albergo dello stesso quartiere – quello di largo vasto a Chiaia – in cui abitava con moglie e figli. Gli investigatori non escludono alcuna pista, a cominciare dalla morte naturale fino al suicidio. La moglie, invece, riporta il sito online del quotidiano napoletano, non ha dubbi, dichiarando che il marito «si era recato in hotel perché non si sentiva bene e non voleva disturbare i figli».

La scoperta del corpo

A scoprire il corpo del dottore senza vita è stata la donna delle pulizie intorno alle 11 di ieri mattina. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, poco prima era stata la moglie, che conosceva esattamente dove si trovasse il marito, a mettere in allerta il personale dell’hotel con una telefonata. La donna, infatti, era preoccupata dal fatto che l’uomo non rispondeva al cellulare. Nella stanza è stato rinvenuto tutto in ordine, solo uno zaino con pochi effetti personali.

La causa della morte del medico resta ancora un mistero ma l’unica certezza emersa fin’ora è che, al momento dei soccorsi, il 51enne risultava già privo di vita da circa 3 ore, come accertato dall’equipe di sanitari intervenuti sul posto. Nella stanza, inoltre, non sono stati rinvenuti biglietti, lettere o qualsiasi messaggio scritto dall’uomo.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.