Lutto per Massimo Giletti, il messaggio di dolore e cordoglio di Fabrizio Corona per l’amico

Massimo Giletti, morto il papà Emilio: aveva 90 anni ed era il proprietario dell’azienda di famiglia, la Giletti Spa, azienda tessile fondata nel 1884. L’imprenditore, ricoverato all’ospedale di Novara, è morto per cause naturali e la sua camera ardente potrebbe svolgersi già da domani proprio in azienda, dove aveva anche lavorato il figlio Massimo da giovane prima di dedicarsi alla carriera televisiva.

Emilio Giletti era famoso anche per il suo passato di pilota d’auto negli anni Cinquanta per Ferrari e Maserati. Fu con quest’ultima che ottenne la vittoria più prestigiosa della carriera nella Mille Miglia del 1953. Proprio lo sport è sempre stato una sua passione, con molte sponsorizzazioni a club locali e manifestazioni automobilistiche di vario tipo.

“Mio padre mi ha insegnato la semplicità. Da lui ho imparato a tenere duro e ad avere le spalle larghe”, così il giornalista e conduttore televisivo ha parlato del rapporto con papà Emilio. E ora, il conduttore di Non è l’Arena ha dovuto dirgli addio, suo padre infatti, ricoverato nell’ospedale di Novara il giorno di San Silvestro a seguito di un’aneurisma non ce l’ha fatta.

A stringersi al dolore di Massimo, di sua mamma Giuliana e dei suoi fratelli maggiori Emanuele e Maurizio, anche Fabrizio Corona.

Prima una storia su Instagram, per esprimere l’affetto che lo lega a Massimo poi una fotografia pubblicata sul social network dedicata a proprio a lui.

Ti stimo come uomo, come giornalista, come persona, per quello che hai fatto, per quello che sei diventato e per come hai reagito allo schifo che ti hanno fatto. Sei uscito più forte e più vincente di prima perché tu sei il giornalista. Ti sono vicino e grazie per esserci stato sempre per me in silenzio e in disparte in questi difficili 9 mesi.Ti voglio veramente bene e ti porto nel cuore ❤️.