Mugnano. Terza giunta Sarnataro, cambiano 3 deleghe ‘pesanti’: chi sale e chi scende

Domani il sindaco ufficializzerà la terza giunta in quattro anni di mandato. Oltre ai nomi già pubblicati la scorsa settimana, Sarnataro dovrà designare l’assessore della lista Uniti per Mugnano e di Progetto Democratico, alla luce del ‘taglio’ di Valerio Capasso e di Antonio Amatore. L’Upm avrebbe indicato come rappresentante una donna laureata in Architettura. In queste ore Progetto Democratico, gruppo rappresentato dai consiglieri Giovanni Menna, Annamaria Schettino e Pasquale Liccardo, sta vagliando il profilo adatto da proporre a Sarnataro.

CAMBIO DI DELEGHE

Oltre al cambio di figure, con la nuova giunta ci sarà anche un massiccio rimpasto delle deleghe, che determinerà giocoforza un cambio di forze all’interno della maggioranza. La delega al Bilancio passerà dall’ex assessore Franca Russo a Dario Palumbo di Città Ideale. L’Upm ha lasciato la delega all’Ambiente a MugnanoFutura e prenderà l’Urbanistica dal Partito Democratico, mentre il neo-assessore democrat Rita Esposito riceverà le Politiche Giovanili da Valentina Canditore di Periferia Attiva. Antonio Bove in quota MugnanoFutura sarà nominato vicesindaco, sedia prima coperta da Franca Russo.

PROMOSSI E BOCCIATI

Questo rimpasto di deleghe rafforza la civica Città Ideale, rappresentata in consiglio comunale da Ciro Terribile, ed anche l’Upm di Renato Verrazzo. Esce ridimensionato il Pd che ha perso l’Urbanistica ed ottenuto quello delle politiche giovanili.