Napoli dice addio alla piccola Chloe, la bimba di Casoria non ce l’ha fatta

Non ce l’ha fatta Chloe. Si è spenta a quindici mesi: il suo piccolo cuore ha smesso di battere nel pomeriggio di ieri. La bimba era di Casoria, nata prematura: con la sindrome di down, aveva un rene non funzionate e problemi ai polmoni.

Già operata subito dopo essere partorita, era stata ricoverata giorni fa in terapia intensiva al Monaldi. Sarebbe dovuta essere trasferita a Roma per un trapianto di polmoni che non è mai stato effettuato.

Il suo caso era venuto alla ribalta grazie all’associazione “Il sorriso di Karol” di Simona Longobardi. I genitori avevano bisogno di un sostegno economico per curarla, e l’associazione si era mossa per rendere pubblica la situazione ed invogliare a sostenerli.

“Con forti dolori nell’anima e con le lacrime al cuore – è stato il post dell’associazione che ha dato la terribile notizia – volevamo ringraziare tutti voi che siete stati vicini al dolore dei genitori della piccola Chloe…La piccola ha smesso di combattere ed ora non soffrirà più…Giocherà tra gli angeli con la nostra piccola. Riposa in pace Piccolo Angelo. Il tuo sorriso non ci abbandonerà mai più. Chloe sempre nei nostri cuori”.