“Pagaci o finisce male”, estorsione a ferramenta e carrozzeria nel Napoletano: 2 arresti

A Brusciano i carabinieri della compagnia di Castello di Cisterna hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal g.i.p. del tribunale di Napoli su richiesta della direzione distrettuale antimafia partenopea nei confronti di due indagati ritenuti responsabili di due tentate estorsioni aggravate dal “metodo mafioso”.

Le indagini tra luglio e ottobre 2018 hanno consentito di appurare che gli indagati negli scorsi mesi, avvalendosi del “metodo mafioso”, avrebbero reiteratamente preteso denaro dai titolari di un negozio di ferramenta a Mariglianella e di una carrozzeria a Brusciano. Gli arrestati, al termine delle formalità, sono stati associati alla casa circondariale di Secondigliano.