Reddito di cittadinanza, minacce di morte nell'ufficio Inps

Non ha preso bene la sospensione del reddito di cittadinanza, così un 55enne – pregiudicato – di Somma Vesuviana ha iniziato a inveire contro l’impiegato dell’Inps di Nola. Intervenuti sul posto, i carabinieri lo hanno arrestato. L’accusa di resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento, interruzione di pubblico servizio e porto abusivo di armi od oggetti atti ad offendere. “Mi dovete dare il reddito” avrebbe urlato a più riprese.

Il 55enne era entrato negli uffici lamentandosi per la recente revoca del reddito di cittadinanza. Aveva quindi minacciato con un coltello la responsabile dell’Urp (ufficio relazioni con il pubblico) e una guardia particolare giurata; danneggiati anche alcuni arredi ed oggetti presenti all’interno del locale. Provvidenziale l’intervento dei carabinieri che hanno bloccato e arrestato il 55enne. L’arma è stata sequestrata e l’arrestato è stato condotto in carcere in attesa di giudizio.

Reddito di cittadinanza: a Napoli la spesa sfiora quella dell’intero Nord

La spesa per il reddito di cittadinanza a marzo a Napoli si avvicina a quella dell’intero Nord Italia. E’ quanto emerge dalle tabelle dell’Inps, secondo cui nel capoluogo campano 157mila famiglie percepivano il reddito o la pensione di cittadinanza, mentre nell’intero Nord 224.872 nuclei. Poiché l’importo medio è più basso al Nord che al Sud, a marzo sono risultati spesi per il sussidio 109,7 milioni nel Settentrione e 102,2 solo a Napoli.

Su base geografica, dal rapporto dell’Inps emerge che 1,8 milioni di percettori del reddito di cittadinanza si trovano nelle Regioni del Sud; 452mila nelle Regioni del Nord e 334mila in quelle del Centro. La Campania è la prima Regione in Italia per sussidi, con il 22% delle prestazioni erogate; segue la Sicilia con il 20%, il Lazio con il 10% e la Puglia con il 9%. In queste regioni risiede il 61% delle famiglie con il reddito.

La provincia che in assoluto nel mese di marzo 2021 ha avuto più nuclei beneficiari è stata Napoli (157mila, pari al 15% del totale, con un importo medio a nucleo di 650 euro). Più del doppio di quelli di Roma (72 mila, pari al 7% del totale) e oltre quattro volte quelli di Milano (35.517).

 

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.