“Ti sparo in bocca, ti uccido”, ladro minaccia il giudice durante l’udienza a Torre del Greco: trasferito in carcere

“Ti sparo in bocca, ti uccido”. Sono state queste la parole pronunciate da Miriah Slalev nei confronti del giudice durante l’udienza di convalida. Non contento, il 21enne incensurato bulgaro ha sputato contro i vetri dove erano i carabinieri ed ha inveito verso le persone presenti, dando pugni e testate nel gabbiotto dell’aula.

Il giovane era stato arrestato ieri a Torre del Greco per il furto di un furgone. Scalzo, si era messo alla guida del mezzo tentando la fuga, nonostante il proprietario lo stesse inseguendo a bordo di uno scooter. Poco dopo, come riportato da ‘Il Mattino’, i carabinieri lo hanno intercettato e bloccato. Arrivato in caserma, i militari gli hanno procurato un paio di scarpe e dei vestiti di ricambio.

Questa mattina poi lo show dinanzi al giudice del tribunale di Torre Annunziata. Prima gli insulti in diverse lingue (tra le quali inglese e spagnolo), poi le minacce verso il giudice. Nonostante sia stato spostato nel gabbiotto per i detenuti, ha proseguito ad inveire contro tutti, provando anche a barricarsi all’interno. Alla fine, il giudice ha convalidato l’arresto e, a causa del suo comportamento minaccioso, ha disposto il trasferimento in carcere.