Aerei bloccati per il coronavirus, passeggeri in lacrime a Roma e Milano

L’Italia ha chiuso gli aeroporti ai voli da e per la Cina, ma ci sono ancora cinque aerei partiti dal continente asiatico – epicentro dell’epidemia del coronavirus – che sono decollati per Roma Fiumicino e Milano Malpensa diversi minuti dopo la conferenza stampa in cui il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha annunciato la misura drastica, vale a dire la prima in Europa.

I due voli partiti dall’Air China da Pechino e da Shangai sono arrivati nella mattinata a Malpensa. All’arrivo i passeggeri -riporta il Corriere – sono scoppiati in lacrime poiché non sapevano di essere sugli ultimi voli per l’Italia. A questi ultimi, inoltre, sono state misurate le temperature dai medici saliti a bordo con mascherine e tute ed un vademecum con le indicazioni dei presidi a cui rivolgersi nel caso si presentassero dei sintomi sospetti.

Alle persone appena atterrate è stato anche chiesto di compilare una scheda con residenza e spostamenti passati e futuri, utile per ‘tracciare’ le persone in caso di contagio.

Anche gli altri tre voli per Roma – riporta il Corriere – decollati da Hangzhou, Chongqing e Guanzhou, sono atterrati.