8.8 C
Napoli
martedì, Gennaio 18, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Nennella pronto a riaprire dopo gli 8 casi di Covid, riparte anche Ciro a Mergellina


Due realtà storiche di Napoli chiuse per il Covid. Si tratta della Trattoria da Nennella e dello Chalet Ciro a Mergellina che, rispettivamente il 23 e il 26 settembre scorso, hanno ‘abbassato le serrande’.

Il primo a ripartire dopo una chiusura di 10 giorni sarà, da domani, Ciro a Mergellina. Ad annunciarlo è stato proprio il noto chiosco con un post pubblicato ieri su Facebook:

“Finalmente si riparte! Chalet Ciro Mergellina; Stazione Piazza Garibaldi lun-ven 6.00 20, sab-dom 6.00 24; Porter Viale Giochi del Mediterraneo lun-dom 16.00 24”.

Il titolare della Trattoria da Nennella Ciro Vitiello: “Pronti a riaprire”

Pronto alla riapertura anche la Trattoria da Nennella ai Quartieri Spagnoli. Contattato da InterNapoli.it, il titolare Ciro Vitiello ha raccontato di come si è arrivati alla chiusura del locale: “Ho deciso di chiudere immdiatamente l’attività dopo la scoperta del primo positivo. Il sabato mattina abbiamo tutti fatto il tampone. Poco dopo, i risultati ci hanno comunicato che le persone contagiate erano in tutto 8. Solo camerieri. Ovviamente, tutti sono stati messi subito in quarantena domiciliare”.

“Fortunatamentecontinua il titolarechi era risultato negativo al primo tampone e risultato negativo anche al secondo. Motivo per cui, dopo aver spiegato tutta la situazione all’Asl, ci hanno messo in quarantena fino al 9 ottobre”.

L’annuncio della riapertura“Abbiamo quindi deciso di ripartire sabato 10 ottobre”.

Lo scorso 26 settembre, in occassione della chiusura, la Trattoria da Nennella avviso la clientela con un post su Facebook.

“Buongiorno a tutti.
La trattoria Nennella, chiusa a causa di 2 dipendenti positivi al COVID-19, ci tiene a precisare che:
Nel rispetto delle nuove normative, ci stiamo adoperando a contattare quanti più clienti e a far sapere a quante più persone la positività dei nostri collaboratori.
Nei mesi precedenti i controlli sono stati serratissimi tanto che da noi i vigili sono venuti 4-5 volte controllando che tutte le disposizioni governative fossero correttamente messe in opera, trovandoci sempre in ordine con le norme.
Non neghiamo che all’esterno del locale si crei fila, ed assembramenti, che abbiamo provato il più possibile a contenere, assumendo personale che si occupasse di misurazione temperatura, presa di documento e distanziamento, pur non essendo quest’ultimo di nostra competenza.
Lavorare a queste condizioni è stato difficile e sicuramente qualche mancanza ci sarà stata, ma nel rispetto delle vittime (che abbiamo avuto , purtroppo, anche in famiglia) abbiamo provato a fare il massimo per essere corretti e civili nei confronti di tutti.
Auguriamo una pronta guarigione ai nostri due collaboratori… tornerete più forti e allegri di prima… la famiglia Nennella vi è vicina anche se lontana”.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

Alberto Raucci
Alberto Raucci, 27 anni. Dal 2018 collaboro con InterNapoli.it, diventando giornalista pubblicista (e conseguendo quindi il tesserino) nel 2020. Nel corso degli anni ho avuto modo di scrivere anche per AbbìAbbè, giornale online e mensile in carta stampata. Abile nella produzione e nel montaggio video.
- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Il boss Di Lauro e gli ex colonnelli rischiano il processo, indagine concluse sulla Faida

A Secondigliano e dintorni è passata alla storia come ‘la faida del principino e della minigonna’, lo scontro armato...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria