Tre rapine in 12 ore, arrestata donna a Torre Annunziata: era il terrore dei commercianti. Il nome

Immagine di repertorio

I carabinieri della stazione di Torre Annunziata hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip del tribunale di Torre Annunziata su richiesta della Procura della Repubblica, a carico di una 42enne di Torre Annunziata già nota alle forze dell’ordine, Lucia Rosaria Massa, ritenuta la responsabile di tre rapine e di un furto aggravato commesse tra il luglio e l’ottobre 2019 a Torre Annunziata.

A luglio, in una sola giornata, Massa ha rapinato il gestore di un bar e due automobilisti. Nel primo caso, di mattina, ha fatto irruzione in un esercizio minacciando la vittima con una bottiglia rotta e riuscendo a sottrarle 400 euro. In tarda serata, invece, ha rapinato un automobilista strappandogli dalle mani un borsello contenente 70 euro; poi ha gettato le chiavi dell’auto per impedirgli di inseguirla. Nel corso della notte, infine, ha commesso un furto con destrezza ai danni di un automobilista: gli ha sfilato il portafoglio dal taschino della camicia mentre lo sfortunato si trovava in sosta nella sua auto.

Non bastasse, a ottobre Massa ha rapinato un negozio di ortofrutta minacciando l’esercente per ottenere da lui l’incasso, 120 euro. A quel punto i carabinieri hanno avviato le indagini e, grazie alle denunce delle vittime, hanno riunito e confrontato descrizioni, modus operandi e dettagli analizzando molte telecamere fino ad arrivare alla Massa.