25.1 C
Napoli
sabato, Agosto 13, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Mala di San Giorgio a Cremano, pene da rivalutare per il clan Troia: la Cassazione annulla la sentenza


Pene da rivalutare per il presunto clan Troia di San Giorgio a Cremano: la quinta sezione della Corte di Cassazione ha annullato e rinviato a un’altra sezione della Corte di Appello di Napoli le condanne di secondo grado inflitte stabilendo un nuovo giudizio sulla sussistenza delle aggravanti contestate sia con riferimento all’associazione camorristica che con riferimento all’associazione finalizzata a spaccio. La decisione riguarda vertici e gregari del presunto clan Troia ai quali complessivamente vennero inflitti, in primo grado, nel luglio del 2018 oltre 251 anni di carcere. L’annullamento con rinvio deciso dalla Suprema Corte riguarda riguarda Francesco e Vincenzo Troia (classe 1979) e Immacolata Iattarelli, madre di questi ultimi due, ritenuta anche lei ai vertici della presunta organizzazione malavitosa. Il collegio difensivo di tali imputati è composto dagli avvocati Leopoldo Perone, Valerio Spigarelli e Claudio Davino. La Suprema ha invece completamente annullato la condanna per Concetta Aprea, difesa dall’avvocato Perone, indicata come colei che era addetta alla riscossione derivanti dalle piazze di spaccio. Per effetto estensivo, quindi, la stessa decisione riguarda anche Marcello Carrotta, Luigi Castellano, Ciro D’Amato, Cosimo Di Domenico, Gennaro Ferrara, Gaetano Montella, Aniello Niccolò, Salvatore Siano, Vincenzo Troia (classe 1993) e Giovanni Vecchiarello. Infine, la Corte di Cassazione, ha dichiarato inammissibili i ricorsi presentati da Salvatore Bronzino e Marco Gallifuoco. Il collegio difensivo è composto dagli avvocati Antonio Rizzo, Carlo Ercolino, Antonio Sorbilli, Emilio Coppola e Giovanni Adami.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Covid in Campania, decessi in calo e oltre 2mila positivi: il bollettino

Diminuiscono i morti, due nelle ultime 48 ore, e un altro deceduto in precedenza ma registrato ieri, più o...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria