maurizio

Torre Annunziata. Omicidio Maurizio Cerrato. I Carabinieri del Comando Provinciale arrestano 4 persone

Nelle prime ore di questa notte, i Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli hanno eseguito un decreto di fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura della Repubblica di Torre Annunziata nei confronti di 4 persone, ritenute responsabili dell’omicidio del 61enne CERRATO Maurizio, custode del Parco Archeologico di Pompei, assassinato lunedì sera a Torre Annunziata. Dunque i 4 fermati tradotti presso il carcere di Napoli Poggioreale.

Le parole della figlia e della moglie di Maurizio

«Ci tengo a precisare che non è corretto dire che mio padre è morto in una lite. A mio padre è stato fatto un agguato in piena regola, solo per difendere me, che ero la luce dei suoi occhi. Mio padre è stato pugnalato e con questa gente non aveva mai avuto a che fare». Così Maria Adriana Cerrato descriveva ieri mattina l’aggressione subita dal padre, Maurizio, di 61 anni, ucciso poche ore prima dopo una discussione per il parcheggio di un’utilitaria. La ragazza, poco più che ventenne, ha poi chiuso la propria pagina Facebook e quella del padre.

“Io voglio che li prendano. Ma devono fare le cose per bene. Voglio essere sicura che vengano presi tutti e che dentro ci restino. Che poi buttino le chiavi”. Queste le parole, ieri mattina, di Tania Sorrentino, moglie di Maurizio Cerrato. Tania è stata intervistata durante la trasmissione della “Vita in diretta” su RAI 1

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.