8.5 C
Napoli
martedì, Gennaio 18, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Aggredito da un consigliere di Mugnano: “Atto grave, si individuino i responsabili”


Numerose le attestazioni di vicinanza dal mondo politico a Ciro Guida, il consigliere della III Municipalità aggredito quest’oggi da un ex consigliere della stessa Municipalità ed ora in maggioranza nel centrosinistra nel consesso civico di Mugnano. Innanzitutto a condannare «fermamente il vile atto di aggressione subito dal consigliere Ciro Guida» è un comunicato istituzionale della Municipalità Stella San Carlo all’Arena. «Ringraziamo tutte le forze politiche che in queste ore stanno mandando tanti messaggio di solidarietà a Ciro ed a tutti noi» recita ancora la nota.

Il primo cittadino partenopeo Luigi de Magistris, presidente del movimento demA, esprime tutta la solidarietà, mia personale e dell’Amministrazione che presiedo, all’amico e Consigliere della terza Municipalità Ciro Guida, oggi barbaramente aggredito a pugni, calci e mazza da baseball. Un fatto di una gravità inaudita. Auspichiamo che forze dell’Ordine e Magistratura, con la maggiore rapidità possibile, individuino i responsabili di questa vile aggressione. A Ciro, a tutta la terza Municipalità ed al suo Presidente la vicinanza e la solidarietà dell’Amministrazione e della Città di Napoli».

Il presidente del consiglio comunale di Napoli Sandro Fucito oltre a mostrare vicinanza a Guida non nasconde una «forte preoccupazione per un episodio di violenza, in questo caso ai danni di un cittadino impegnato nella cura della propria comunità, che è sintomo di una pericolosa degenerazione della dialettica politica, tanto più grave in quanto avviene in un territorio che ha già dovuto registrare, anche negli ultimi mesi, odiose violenze che hanno giustamente suscitato un moto di civile ribellione da parte della cittadinanza». 

La consigliera comunale ed ex consigliera proprio della III Municipalità Laura Bismuto propone che «il Comune di Napoli si costituisca da subito parte civile. Vergogna per chi, indegnamente, rappresenta le istituzioni e la gente di questa terra. La mia solidarietà a Ciro Guida».

Sempre dalla maggioranza in consiglio comunale il capogruppo di Napoli in Comune a Sinistra, lo stesso in cui è stato eletto Ciro Guida alla Municipalità, reputa «inaccettabile che rappresentanti delle Istituzioni compiano simili barbari atti di violenza: tale episodio va considerato in tutta la sua gravità e vanno presi provvedimenti del caso anche a livello politico-istituzionale».

A far sentire la propria voce, anche gli esponenti di Liberi e Uguali. «È gravissima l’aggressione subita da Ciro Guida – affermano l’europarlamentare Massimo Paolucci, Arturo Scotto e Francesco Dinacci –  A Ciro diciamo: vai avanti, con il coraggio e la trasparenza che ti hanno sempre contraddistinto nel lavoro in un quartiere bello e difficile come laSanità». «Non conosco motivi, ma la violenza non va giustificata in nessun caso.
Un episodio triste per chi come me ed altri credono nelle Istituzioni e provano a farne parte con rispetto e fiducia ogni giorno» dice il consigliere della III Municipalità del Pd Gennaro Acampora.

LE DICHIARAZIONI DELLA POLITICA MUGNANESE

Ma i commenti arrivano anche dalla politica mugnanese, dove l’aggressore di Ciro Guida è in consiglio comunale in maggioranza. Ezio Micillo, capogruppo dell’Udc, all’opposizione: «Fermo restando lo svolgersi delle indagini per appurare eventuali responsabilità, affermo fermamente il principio che chi è’ protagonista di azioni violente ed aggressioni non può essere rappresentate di istituzioni democratiche come il Consiglio Comunale». Raffaele Mandara e Biagio Chianese, rispettivamente consigliere comunale e commissario cittadino a Mugnano di Forza Italia sottolineano che «il presunto responsabile dell’aggressione siede tra i banchi della maggioranza in consiglio comunale. Solidarietà a Ciro Guida». «Siamo indignati per quanto successo e ci dispiace che l’autore del gesto sia nello schieramento del sindaco Sarnataro. Siamo esterrefatti. Solidarietà al consigliere aggredito».

Nessun commento al momento dalla maggioranza di centrosinistra mugnanese, né da parte della fascia tricolore che dei gruppi a suo sostegno. Neanche l’aggressore, opportunamente contattato da Internapoli.it per conoscere la sua versione dei fatti, al momento proferisce parola riservandosi di farlo nei prossimi giorni.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Ucciso di botte dal patrigno, ipotesi riesumazione per il piccolo Giuseppe

Potrebbe essere riesumata e sottoposta ad altri esami la salma del piccolo Giuseppe Dorice. Il bimbo di sette anni...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria