Agguato di camorra contro il cognato del boss, ‘Alì’ resta in gravi condizioni

agguato camorra ponticelli
L'agguato contro Luigi Ausilio
Agguato di camorra contro il cognato del boss, le indagini della polizia. Luigi Ausilio è ancora ricoverato in gravi condizione a Villa Betania, ma non è in pericolo di vita. Ieri sera due proiettili l’hanno colpito tra la scapola e la spalla, ma nessun organo vitale è stato compromesso. Ieri sera, poco dopo le 21, c’è stato l’ennesimo episodio di violenza, arrivato a poche ore dagli arresti che hanno interessato il clan De Luca Bossa attivo nel lotto O. Indagini sono affidate al commissariato di Ponticelli, coordinati dal sostituto commissario Vittorio Porcini. Gli agenti hanno repertato tre bossoli.

AGGUATO A NAPOLI

Due i colpi di pistola esplosi in via Argine all’indirizzo di Luigi Aulisio conosciuto negli ambienti criminali con il soprannome di ‘Alí’. L’uomo legato al gruppo Casella (ha sposato la sorella dei fratelli Eduardo, Vincenzo e Giuseppe) veniva trasportato in gravi condizioni all’ospedale Villa Betania. 

Ponticelli, la strana alleanza tra il ras Amitrano e i sicari del cugino