Allerta meteo mercoledì 6 novembre, Villaricca ufficializza: “Scuole aperte”. La situazione a Giugliano, Mugnano, S. Antimo e Qualiano

“Dopo aver nuovamente esaminato il bollettino meteo della Protezione civile regionale e le previsioni dettagliate, si conferma che anche domani, 6 novembre, le scuole saranno regolarmente aperte. Invitiamo comunque la cittadinanza alla prudenza ed alla cautela negli spostamenti per tutta la durata dell’allerta. IL SINDACO”. Questa la comunicazione ufficiale del sindaco di Villaricca Maria Rosaria Punzo. Nessuna comunicazione ufficiale dai sindaci di Qualiano, Mugnano, Melito, Giugliano e Sant’Antimo. Salvo diverse comunicazioni, su cui vi aggiorneremo, dunque le scuole in questi comuni resteranno aperte. 

Gli insulti al sindaco di Giugliano

 

Ieri il primo cittadino di Giugliano, Antonio Poziello, ha scelto di tenere aperte le scuole per questa mattina. La decisione ha fatto molto discutere i giovani studenti del territorio, che a differenza dei colleghi napoletani hanno dovuto rimboccarsi le maniche e mettere la sveglia. Non senza polemiche.

Tantissimi i messaggi ingiuriosi rivolti al sindaco, fra i quali decine di insulti e bestemmie.

“I campioni di domani- scrive Poziello su Facebook– Cosa alleviamo? Vien da chiederselo. Campioni o bulli? Se ragazzini delle scuole medie o superiori danno sfoggio di tal eloquio immaginifico perché arsi dal desiderio di saltare una giornata di scuola con la scusa del maltempo, non possiamo liquidare la cosa come semplice ragazzata. Non sono innocenti commenti.

C’è da credere che verso i loro coetanei tale violenza verbale possa raggiungere livelli ancora più preoccupanti. Quel che è certo è che le scuole e le famiglie non ci fanno una bella figura, anzi. Se questi sono i cittadini di domani, abbiamo perso in partenza” conclude il primo cittadino di Giugliano. In allegato lo screen di alcuni messaggi. 

Le decisioni negli altri Comuni

Maltempo, mercoledì 6 novembre scuole chiuse ad Afragola, Casoria e Casavatore. Acerra, Fratta e Arzano in controtendenza