Cimitero Mugnano-Calvizzano, abolita la tariffa di entrata della salma

Cimitero, arriva un risparmio di 200 euro per i cittadini. Con l’approvazione dei riequilibri di bilancio, l’assemblea del consorzio cimiteriale ha abolito infatti la tassa di entrata della salma nel campo santo a partire dal 1 giugno 2019. “Una grande vittoria per noi membri del consorzio e per le amministrazioni comunali – spiega il presidente del Cda Gabriele Vallefuoco – Tutti i cittadini che dal 1 giugno hanno già pagato il diritto fisso possono recarsi negli uffici cimiteriali per richiedere il rimborso della tariffa. Siamo uno dei pochi consorzi in Italia ad aver abolito questa tassa. Dal nostro insediamento, infatti, il nostro obiettivo è sempre stato quello di migliorare i servizi e di diminuire le spese per i residenti, oggi posso dire che abbiamo centrato l’obiettivo”.

Soddisfatto il sindaco Luigi Sarnataro: “Grazie all’ottima gestione delle finanze del cimitero, abbiamo potuto eliminare l’imposizione del diritto fisso. Una tassa facoltativa per i Comuni, proprio per questo abbiamo lavorato per eliminarla e far risparmiare così 200 euro ai familiari dei cari estinti. Ringrazio gli uffici per l’ottimo lavoro svolto. Questa tassa, anche se in teoria è a carico delle ditte di trasporto funebre, di fatto viene ribaltata sull’utente che si ritrovava a dover affrontare un’ulteriore spesa. Un’ingiustizia che penalizzava unicamente le fasce più deboli e che proprio per questo abbiamo voluto eliminare. Tutti devono avere il diritto di poter seppellire i propri cari con dignità”.