Cittadinanza onoraria di Giugliano al maggiore Antonio De Lise, ex Comandante della Compagnia dei Carabinieri

Il maggiore Antonio De Lise

Il maggiore Antonio De Lise, ex Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Giugliano dal 2015 al settembre 2018, riceverà la cittadinanza onoraria. La proposta dell’Amministrazione comunale passerà in Consiglio ma sembra ombra di dubbio ci sarà l’ok all’assegnazione del riconoscimento per De Lise, ora a capo del Nucleo Investigativo di Roma.

 

Tre anni intensi quelli trascorsi nel comprensorio giuglianese per l’ufficiale dell’Arma, arrivato in punta di piedi dopo l’esperienza a Rimini, ma che ben presto si è fatto conoscere per le sue doti di dialogo e presenza costante sul territorio. Tre anni in cui ha dovuto far fronte anche ad un’importante novità, quella del cambio di  competenza territoriale della Compagnia di Giugliano (con l’assorbimento dei Comuni di Grumo, Casandrino, Frattamaggiore e Frattaminore).

Tre anni in cui ha messo a segno decine di operazioni di contrasto alla malavita organizzata e alla delinquenza comune. I militari, sotto la sua guida, sono passati dall’occuparsi delle indagini contro il clan Mallardo ai parcheggiatori abusivi fuori il mercato rionale ai venditori ambulanti in strada. Segno che per De Lise “la legalità viene prima di tutto, e tutti”. 

 

Antonio De Lise ha ricevuto anche l’onorificenza di Cavaliere al Merito della Repubblica Italiana. Prima di arrivare a Giugliano era stato a capo della compagnia di Riccione ricevendo, all’epoca, il plauso della locale amministrazione per il senso di sicurezza che la sua opera aveva trasmesso ai cittadini.