Il gip di Napoli Nord, ha disposto gli arresti domiciliari per Forte Giovanni, di Afragola, con un trascorso di 12 anni di reclusione. Era stato tratto in arresto per estorsione, tentata estorsione, detenzione di armi e per il reato di maltrattamenti in famiglia a carico delle figlie.
A condurre le indagini che hanno portato lo scorso 27 novembre 20202 all’arresto di Giovanni Forte noto come Giovanni o lung i carabinieri di Afragola, i quali avevano avuto modo di appurare che l’uomo si era reso autore di un’esotrsione e di una tentata estorsione per un importo complessivo di circa 4000 euro, nonche’ ritenuto responsabile della detenzione di un revolver ruger sp 101 calibro 357 magnum rinvenuto all’interno di un garage pertinenziale alla sua abitazione. Ed infine, avevano raccolto le denunce delle figlie le quali avevano denunciato il forte di un atteggiamento eccessivamente violento.
Nel corso della meticolosa investigazione sono emersi a carico del forte anche elementi che consentono di ritenerlo intraneo a sodalizio criminoso egemone sul terriotorio dell’area nord di Napoli.
Nonstante un puntuale quadro indiziario, il gip di Napoli nord ha rivalutato gli elementi a carico del forte ed ha accolto l’istanza dell’avvocato Dario Carmine Procentese ed ha disposto la sostituzione della misura cautelare con quella degli arresti domiciliari dopo poche settimane dall’arresto.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.