Coronavirus, due decessi in provincia di Napoli: di Casoria e Pomigliano le ultime due vittime

Sono in netto calo i numeri del contagio da coronavirus in Campania, mentre sono 300 i deceduti in tutta la Regione dall’inizio dell’emergenza. La provincia di Napoli, secondo i bollettini dell’unità di crisi resta la più colpita per numeri di contagio e per i decessi. I sindaci di Pomigliano d’Arco e di Casoria hanno comunicato ieri la morte di due concittadini.

“Un altro membro della nostra comunità è venuto a mancare. Purtroppo si tratta di un giovane di 42 anni, che non ce l’ha fatta. Era ricoverato presso un nosocomio della città di Napoli. Esprimiamo tutta la nostra vicinanza alla famiglia. I positivi in totale in città sono 22. Tra questi 6 sono i decessi, 12 i guariti, una sola persona ricoverata e altre tre in isolamento domiciliare”, ha reso noto il sindaco di Pomigliano d’Arco Lello Russo.

“Ho avuto purtroppo notizia del decesso di un nostro caro concittadino. Risultato positivo al tampone, é stato in isolamento ospedaliero fin dal primo momento. Porgo le mie più sentite condoglianze alla famiglia. Nella giornata di sabato i tamponi risultati positivi, comunicati dalla Asl Napoli 2 Nord, sono 2 ed entrambi risultano essere familiari di altra persona già positiva. La notizia positiva è che altri 4 nostri concittadini sono finalmente guariti”, le parole del Sindaco di Casoria Raffaele Bene.