Boss della camorra morto mentre andava in carcere, era detenuto al 41 bis

Un detenuto appena trasferito a Torino dal carcere di Parma è morto a causa di un arresto cardiaco. Si tratta di Michele Pepe, 48 anni, esponente di spicco della camorra, era in regime di 41 bis. L’uomo era da poco stato dimesso dall’ospedale a Parma ed è deceduto in ambulanza appena arrivato a Torino. Era originario di Caivano

E’ stata aperta un’inchiesta per capire se le condizioni del detenuto erano compatibili con il trasporto. Sarà effettuata l’autopsia.