Movida violenta nel napoletano, baby bulli rompono la testa a un 15enne con una pietra

Paura e terrore a Pompei: una babygang all’assalto di cinque minorenni. Un 15enne finisce in ospedale con la testa rotta da una pietra. I cinque minorenni sono stati pedinati e aggrediti da una baby gang. Impauriti sono scappati, rifugiandosi nella stazione delle Ferrovie dello Stato. Come riportato dal Mattino i bulli li hanno inseguiti fino alla stazione aggredendoli con le pietre raccolte dai binari del treno. Le vittime dei baby bulli sono riusciti a fuggire e a mettersi in salvo presso gli uffici del commissariato di Pompei. Gli agenti, agli ordini del vicequestore Stefania Grasso, sono al lavoro per identificare i componenti della babygang.