Primo caso di coronavirus ad Ercolano, il sindaco:”Per favore restate a casa, è l’unica che difesa che abbiamo”

Accertato il primo caso a Ercolano. È un uomo di 84 anni e fortunatamente le sue condizioni non appaiono preoccupanti. Sono state attivate tutte le procedure sanitarie previste.

“Per favore restate a casa, è l’unica che difesa che abbiamo”, dice il sindaco Bonajuto in un video.

” Non è facile. Non è facile mantenere in casa per tanti giorni bambini e ragazzi che vorrebbero uscire a giocare con i compagni di scuola, non è facile fare i salti mortali col lavoro, non è facile dover abbassare la serranda e chiudere un’attività senza sapere quando si potrà riaprire. Non è facile non poter incontrare amici e parenti. Non è facile convivere con la paura di un nemico invisibile ma potentissimo, non è facile vivere in questa incertezza.

Nonostante ciò, so che la stragrande maggioranza di voi si sta comportando in maniera esemplare rispettando le regole che ci giungono da istituzioni e autorità sanitarie. La forza che mi date tutti voi che in questi giorni state facendo tanti sacrifici per rispettare le regole è mille volte più forte della paura che mi fanno quei dieci, venti, trenta idioti che continuano a fregarsene della salute loro e degli altri.

La forza. Sì, perché ci vuole tanta forza per affrontare questa situazione che era sconosciuta a tutti, anche a me. Ora non è solo questione di amministrare una città, ma di provare a stare vicino ad ogni cittadino in questo momento difficile. Ci sto provando con tutto il cuore, ma non sempre ci riesco.

AGGIORNAMENTO CORONAVIRUSAccertato il primo caso a Ercolano. È un uomo di 84 anni e fortunatamente le sue condizioni non appaiono preoccupanti. Sono state attivate tutte le procedure sanitarie previste.Per favore restate a casa, è l'unica che difesa che abbiamo.

Publiée par Ciro Buonajuto sur Dimanche 15 mars 2020

In questa settimana ho ricevuto quasi 16.000 messaggi privati. Sono riuscito a risponderne a poco più di 300. Ci sono 15.000 persone che credono che le abbia abbandonate, ma non è vero. Anzi, mai come in questi giorni, ho sentito la responsabilità di una Comunità intera che vuole venir fuori da un tunnel di paura e incertezza. E se non ho risposto personalmente a tutti è perché materialmente non ne ho avuto il tempo.

Questa settimana si è chiusa con la notizia della positività di un nostro concittadino. Oggi l’ho sentito e sono fiducioso che possa venirne fuori alla grande. Abbiamo disposto tutte le protezioni previste dalle procedure, ma mai come ora è importante che tutti facciano la propria parte restando a casa evitando spostamenti non necessari. So che ce la faremo e che questo periodo sarà solo un brutto incredibile ricordo.

Forza Ercolano, andrà tutto bene”