Lungomare e villa comunale chiusi a Salerno, la decisione del sindaco dopo l’appello di De Luca

Lungomare e villa comunale chiusi a Salerno, la decisione del sindaco dopo l'appello di De Luca
Lungomare e villa comunale chiusi a Salerno, la decisione del sindaco dopo l'appello di De Luca

Lungomare di Salerno e villa comunale chiusi nei fine settimana (sabato e domenica) fino al 3 dicembre. A stabilirlo il sindaco di Salerno Vincenzo Napoli il quale ha chiesto al Prefetto la convocazione di un tavolo per l’ordine e la sicurezza.
Questo pomeriggio (ore 17.30) si terrà, spiega il primo cittadino, “un incontro per discutere e concordare le azioni da mettere in campo per garantire il rispetto di quanto previsto per il contenimento della pandemia, ovvero l’uso della mascherina, il distanziamento e la sicurezza nelle zone perimetrate e chiuse quali la villa Comunale e il lungomare nonché per il controllo e il rispetto del divieto di circolazione se non per motivi di salute, lavoro e comprovata necessità dopo le ore 22”.

Le raccomandazioni per evitare la diffusione del contagio

Da questo sabato, e fino al 3 dicembre, si avrà la chiusura del Lungomare cittadino (con annessa spiaggia di Santa Teresa) e della Villa Comunale. “Nel mese di ottobre – sottolinea il sindaco di Salerno – si è registrata una impennata nei contagi. Sono numeri circoscritti ma dobbiamo fare in modo che la situazione rimanga sotto controllo. Per fare questo, bisogna fare in modo che questi numeri di contagi rimangano stabili o addirittura vadano a decrescere. Questo si può ottenere rispettando rigidamente i protocolli, indossando la mascherina, non assembrandosi. Sulla scorta delle determinazioni anche regionali, terremo chiuse anche le passeggiate sul lungomare e in villa comunale per evitare che questi possano trasformarsi in luoghi di diffusione del contagio. Verificherò se ci sono anche le condizioni per chiudere altri luoghi, come può essere piazza Abate Conforti, e non solo”. (ANSA).

Chiusura del lungomare, l’appello del governatore della Campania Vincenzo De Luca

“Ho detto, e ripeto, che dobbiamo considerarci la realtà più esposta, e che dobbiamo adottare prima di altri, e con più rigore, le misure necessarie. Invito i sindaci a predisporre da oggi la chiusura dei lungomare e di parte dei centri storici nei fine settimana. Non possiamo tollerare che ci siano, in questa situazione, migliaia di persone che vanno a passeggio come se niente fosse. Invito a predisporre attività di controllo e di sanzione per chi ancora oggi, gira senza mascherina”. Così il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca.
“Le decisioni del Governo sulla divisione in zone epidemiologiche dell’Italia hanno creato problemi del tutto prevedibili. Rimango convinto della necessità di misure nazionali unitarie, anche più rigorose, per una azione più efficace di contrasto al Covid, a fronte di una diffusione sostanzialmente omogenea del contagio”. Così il governatore campano Vincenzo De Luca. “Per quello che ci riguarda, sarebbe fuori luogo ogni atteggiamento di autoconsolazione e di rilassamento. La situazione è pesante”. (ANSA).

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK