Lutto nel mondo di Hollywood, morta suicida la star di ‘Friends’ e ‘Highlander’

Addio all’attore statunitense Stan Kirsch, famoso per essere apparso in ‘Friends’ e per aver interpretato il ruolo di Richie Ryan nel telefilm «Highlander» (1992-98), al fianco del protagonista principale Adrian Paul (Duncan MacLeod). Aveva 51 anni. Secondo quanto ha reso noto la polizia di Los Angeles, Kirsch si sarebbe suicidato. Fonti della polizia hanno riferito al portale internet Tmz che è stata la moglie di Kirsch, Kristyn Green, sabato scorso a trovare l’attore impiccato nella loro casa di Los Angeles. Stan Kirsh era nato a New York il 15 luglio 1968 e iniziò a recitare all’età di 4 anni nelle pubblicità televisive delle zuppe Campbell. Nel 1991 si affermò nella serie tv «Riders in the Sky» e l’anno dopo apparve nella soap opera «General Hospital» e nella sitcom «Una famiglia tutto pepe».

Sempre 1992 conquistò il grande successo grazie alla serie televisiva «Highlander» dove compare per sei stagioni e poi ritornò come guest star nell’episodio finale della serie. In una dichiarazione pubblicata anche su Facebook il team del telefilm «Highlander» ha reso omaggio a Kirsch e al suo fondamentale contributo: «Senza Stan Kirsch la serie di ‘Highlander’ non sarebbe stata la stessa. Lui ha portato il senso dell’umorismo, la gentilezza e l’entusiasmo giovanile per il personaggio di Richie Ryan per sei stagioni. Ogni volta che abbiamo avuto l’opportunità di metterci al passo con Stan era sempre gentile, premuroso e sincero. Era una presenza calorosa e ora ci mancherà». La serie tv era nata come sequel\spin-off del film «Highlander – L’ultimo immortale» (1986) con Christopher Lambert.

Stan Kirsch è apparso come guest star in alcune serie televisive di successo come «Jag – Avvocati in divisa», «In tribunale con Lynn» e «Friends». Kirsch ha recitato anche in una decina di film e nel 2004 decise di mettersi dietro la macchina da presa: della pellicola «Straight Eye: The Movie» è stato infatti attore, produttore e regista.