giuseppina napolitano
crolla una casa: tre morti, trovata anche la terza vittima

Giuseppina Napolitano, 59 anni, il compagno della donna, Fabio Gandi, 59enne e l’ex marito di lei, Giancarlo Bernardini, 64enne. Sono loro le tre vittime della tragedia avvenuta ieri mattina, 20 maggio, a Greve in Chianti dove un abitazione situata nel Borgo di Dudda è saltata in aria, si ipotizza in seguita a una fuga di gas.

La villetta era composta di due appartamenti, nessuno dei quali era abitato. La coppia di 59enni, entrambi residenti a Prato, lo scorso aprile avevano acquistato quello al piano superiore, dove si recavano di tanto in tanto per effettuare dei lavoretti. E dovevano appunto montare delle tende alle finestre. Avevano chiesto aiuto all’ex marito di Giuseppina Napolitano, anche lui di Prato, col quale erano rimasti in ottimi rapporti. Hanno salutato i vicini, e sono entrati. Pochi istanti dopo l’esplosione che ha distrutto la villetta.

In base ai primi accertamenti condotti da vigili del fuoco e carabinieri, la tragedia sarebbe stata provocata da una fuga di gpl. E’ probabile, ipotizzano i soccorritori, che le stanze della villetta ne fossero sature quando i tre sono entrati, e che accendendo l’interruttore della luce abbiano innescato la deflagrazione. La fuga di gas potrebbe essersi prodotta dall’impianto a gpl che, spiegano i carabinieri, era installato nell’appartamento sotto a quello acquistato dai 59enni pratesi.

 

giuseppina napolitano
crolla una casa: tre morti, trovata anche la terza vittima

Le tre vittime dello scoppio nella villetta di Dudda. Nella notte è stata ritrovato anche il corpo di Giuseppina Napolitano, dopo quelli di Fabio Gandi e Giancarlo Bernardini.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.