Tarro controcorrente: “Gli asintomatici non contagiano. Le mascherine a tutti? Fanno male”

Il prof. Giulio Tarro

Il virologo e ricercatore, Giulio Tarro, in un’intervista rilasciata al sito della Fondazione Nenni ha parlato di diversi argomenti legati all’emergenza Coronavirus. Ecco alcuni stralci della sua intervista: Prof. Tarro, partiamo dall’indagine sierologica che ha preso il via da pochi giorni in Italia. Che ne pensa? “Ormai siamo a fine Maggio e, in tutta onestà, fatta adesso non vedo quale vantaggio se ne possa trarre. Io l’avrei fatta almeno un mese e mezzo fa, quando ancora la curva dei contagi era considerevolmente alta. Ciò che ha fatto il dott. Pasquale Bacco con il suo studio, il quale ha riscontrato che nell’ultimo semestre, su un campione di oltre 7000 sieri, vi era il 35% di positività alle IgG per il Sars CoV2. Noi abbiamo basato tutto sui tamponi, i quali non solo sono poco attendibili, ma come il Washington Post ha detto in un suo articolo recente, parrebbe persino che abbiano favorito il contagio, almeno in alcuni casi”.

Tarro e la questione mascherine

L’esperto si è soffermato poi sull’argomento mascherine, sul quale negli ultimi giorni è nato un acceso dibattito. Tarro è stato molto chiaro: “serve per i contagiati e gli operatori sanitari. Adesso non servono, fanno male alle persone anziane, ai bambini, agli sportivi. C’è un lavoro scientifico in cui l’autore ed i suoi collaboratori, hanno studiato un asintomatico ed il contatto con più di 400 persone che ha incontrato: nessun infetto. Il Coronavirus è molto simile a quelli che venivano considerati benigni, c’è certamente una percentuale, al di sotto dell’1% di mortalità – a parte la Lombardia che ha gestito malissimo la cosa – ma per un’influenza non è mai stato fatto tutto questo baccano. In Lombardia hanno dimezzato i posti letto della terapia intensiva, poi non sono stati neppure capaci nel mentre di gestire la situazione”. Le considerazioni del virologo dunque sottolineano l’importanza dell’uso corretto delle mascherine, sostanzialmente inutili soprattutto all’aria aperta.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook