vaccinazioni campania prenotazioni link

La Regione Campania comunica che da domani mattina sarà aperta la piattaforma per le adesioni al piano vaccinale della fascia di età 50-59 anni. Le convocazioni si attiveranno nei tempi più rapidi possibile, compatibilmente con l’arrivo dei vaccini. Anche per l’adesione degli ultracinquantenni il link è: https://adesionevaccinazioni.soresa.it/adesione/cittadino

Covid in Campania: meno positivi ma sale l’indice di contagio, ancora 58 morti

Diminuiscono i nuovi positivi ma cresce la curva dei contagi da Covid in Campania: oggi il virus fa registrare 1.282 positivi su 11.364 tamponi molecolari esaminati, 572 in meno di ieri con 6.044 tamponi processati in meno. In percentuale, significa che è positivo l’11,28% dei test, quasi un punto percentuale in più di ieri quando l’indice di contagio era al 10,65%. Di tutti questi nuovi contagiati, 796 sono asintomatici e 486 presentano sintomi. Il bollettino però non tiene conto dei casi identificati con test antigenici rapidi.

​Complessivamente, sale a 6.268 il numero di vittime con i 58 decessi registrati ieri, anche se l’unità di crisi si affretta a precisare che «si tratta di deceduti in precedenza». In crescita anche i numeri dei ricoveri ospedalieri. Dunque 1.527 ricoverati con sintomi, 16 in più di ieri, e 141 malati in terapia intensiva, quattro in più di ieri. Per fortuna cresce anche il numero di pazienti guariti, da 284.587 a 286.423 con 1.836 negativizzati in 24 ore e il saldo tra numero di guariti e nuovi contagiati è di nuovo positivo.

Vaccini Covid: in Campania somministrate 1.544.579 dosi

Ad oggi in Campania, secondo i dati dell’Unità di crisi della Regione sono state 1.544.579 le dosi di vaccino somministrate. Complessivamente sono stati vaccinati con la prima dose 1.119.570 cittadini. Di questi 425.009 hanno ricevuto la seconda dose.  La piattaforma per le adesioni è regolarmente aperta per tutte le categorie previste

Sottoscritto in Campania un protocollo d’intesa per la campagna vaccinale nei luoghi di lavoro: a firmarlo, alla presenza del governatore Vincenzo De Luca, i rappresentanti di sindacati, Confindustria e Asl. “E’ un protocollo – spiega Giovanni Sgambati, segretario generale Uil Campania e Napoli – che rimodula quello firmato a livello nazionale e che lancia un preciso segnale nelle priorità della campagna vaccinale: dopo le fasce d’età e i fragili si proceda nei luoghi di lavoro. E’ del tutto ovvio che è subordinato all’arrivo dei vaccini”

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.