Dal 16 dicembre non si pagherà più la tassa sulla prima casa

Il premier Matteo Renzi

«Il 16 dicembre sarà l’ultimo giorno in cui si pagherà la tassa sulla prima casa, poi tornerà a essere esentata dalle tasse». Lo ha dichiarato il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, durante la trasmissione Porta a Porta. Il premier ha ribadito la volontà di portare avanti il programma taglia-tasse, che prevede come prima tappa nel 2016 l’eliminazione della Tasi sulla prima casa.

Copertura per gli enti locali. I sindaci riceveranno un assegno corrispondente al taglio dell’Imu e della cosiddetta Tassa sui Servizi Indivisibili, la nuova imposta comunale istituita dalla legge di stabilità 2014. «Quello che togliamo ai Comuni lo restituiamo paro-paro, non è che poi aumentano le tasse. Su questo mi impegno, assolutamente» ha aggiunto. Poi risponde ai critici: «Ci dicono che favoriamo i ricchi: chi è stato 30 anni a lavorare e si è spezzato la schiena è giusto non paghi niente, chi ha la seconda, terza, quarta è giusto che paghi le tasse». E sempre in tema di fisco, il premier prosegue: «Nel 2014 abbiamo dato gli 80 euro, nel 2015 l’operazione su Irap e costo del lavoro, nel 2016 via Imu e Tasi che è l’operazione che abbiamo annunciato a luglio ed ecco perché il 16 dicembre ci sarà il funerale delle tasse sulla casa, Nel 2017 penseremo all’Ires e nel 2018 all’Irpef».