Alex Zanardi, in un video l’imprudenza: “Stava filmando il panorama”

Seconda notte in terapia intensiva per Alex Zanardi all’ospedale di Siena, dove e’ ricoverato dopo l’intervento neurochirurgico per le fratture al cranio e al volto. Gravi le sue condizioni in seguito all’incidente con l’handbike contro un camion a Pienza il 19 giugno. Le condizioni, che restano gravi, sono stazionarie e continua il coma farmacologico. Sedato, continua a essere ventilato meccanicamente e il monitoraggio dei parametri clinici e’ costante. Da quanto si apprende, un nuovo bollettino medico e’ previsto verso mezzogiorno.
Il secondo bollettino di ieri.  “Non ci sono particolari variazioni cliniche: le condizioni” di Alex Zanardi “continuano a essere stabili. Da un punto di vista cardiorespiratorio, è sempre ventilato meccanicamente e restano stabili anche i parametri metabolici che danno un quadro clinico generale buono. C’è da confermare la gravità del quadro neurologico che andrà valutato la prossima settimana quando le condizioni cliniche ce lo permetteranno”. e grave sul piano neurologico”. Lo ha detto ai giornalisti il professor Sabino Scolletta, direttore del Dipartimento di Emergenza urgenza dell’ospedale di Siena,facendo un punto nel pomeriggio sulle condizioni dell’atleta. Zanardi e’ quindi “stabile ma grave sul piano neurologico”.

Nelle ultime ore gli inquirenti hanno acquisito il video che mostra l’incidente di Zanardi, filmato acquisito dalla procura di Siena che indaga sulla corsa, senza permessi, e sulla scorta. E dal video – girato da un cameraman che seguiva la corsa – emergerebbe che nel momento dell’incidente Zanardi stava filmando con il telefonino. Un testimone spiega: “Riprendeva il panorama, non si è accorto di aver invaso l’altra corsia”.

 

Alex Zanardi rischia danni alla vista

Alex Zanardi “è un grande atleta e quindi da un punto di vista generale è in condizioni ottimali, quindi ben controllato. Sta rispondendo molto bene” alle terapie. “Pensiamo positivamente, siamo fiduciosi che questo suo stato pre-trauma possa condizionare positivamente il decorso“. Lo ha detto facendo un punto coi giornalisti il professor Sabino Scolletta, direttore del Dipartimento di Emergenza urgenza dell’ospedale di Siena, dopo aver confermato che, come già spiegato stamani, le condizioni di Zanardi sono stabili benchè con un quadro neurologico molto grave. Il professore Scolletta ha anche sottolineato come, con gli altri medici che seguono Zanardi “non siamo rimasti sopresi” dal recupero che il suo organismo sta facendo. “E’ arrivato qui in condizioni instabili”, ha sottolineato il primario. “Le conseguenze sulla vista ci possono essere senz’altro. Abbiamo chiesto, dunque, una consulenza da parte degli oculisti, perché c’è qualche lesione oculare. Il trauma è anche facciale e, quindi, è probabile che ci possano essere lesioni” del campo visivo.