Atti intimidatori, estorsioni e furti: la mano lunga della camorra. Sette arresti tra Napoli e la Liguria

Atti intimidatori, estorsioni, incendi e furti in abitazione: sono le ipotesi di reato che hanno portato all’arresto di sette persone a LoanoNapoli e in Toscana al termine di una lunga indagine dei carabinieri denominata «Vesuvio» e durata oltre due mesi.

Secondo le prime informazioni, le sette persone arrestate «operavano» nella zona compresa tra Loano e Borghetto Santo Spirito, in provincia di Savona. Maggiori dettagli saranno diffusi in una conferenza stampa presso il comando compagnia carabinieri di Albenga.