Paura ieri a Barra dove una sorta di bomba carta è stata gettata contro il vano aperto di un autoambulanza di soccorso che aveva appena terminato un intervento (risolto) al domicilio di una paziente. Il medico a bordo del mezzo ha riportato una sospetta lesione del timpano. Fortunatamente il petardo è rimbalzato sulla portiera del mezzo per finire poi sull’asfalto, evitando così conseguenze ben più catastrofiche.

Il racconto dell’associazione ‘Nessuno Tocchi Ippocrate’

“In tarda mattinata di oggi l’ambulanza 118 del Chiatamone viene allertata per un’intervento a Barra, l’equipaggio ALS tratta il paziente sul posto e scende dal domicilio di quest’ultimo. Nell’aprire lo sportello del mezzo di soccorso ,il medico ,viene investito da una deflagrazione causata da un fuoco d’artificio (a Napoli chiamato “cipolla”) gettato da ignoti sotto l’ambulanza.

La paura è stata tanta ed il rischio che l’ambulanza saltasse in aria era REALE! (Presenza di ossigeno gassoso a bordo e benzina)

Il medico colpito dallo scoppio domattina si farà refertare, attualmente accusa ipoacusia ed acufeni.

Episodio simile accadde alla postazione Aeroporto a Pianura esattamente un anno fa, la storia si ripete!”.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.