30.2 C
Napoli
giovedì, Luglio 7, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Bonus casalinghe 2021, i requisiti per ottenere il contributo per sempre


Buone notizie per le casalinghe.  Introdotto nel 2020 con il decreto Agosto, il Bonus casalinghe  dovrebbe entrare in vigore quest’anno.

Come ricorda laleggepertutti.it, non si tratta di una somma che entrerà nelle tasche delle donne disoccupate, ma di una pluralità di misure finalizzate a promuovere la formazione professionale delle donne che svolgono lavori domestici allo scopo di offrire loro maggiori opportunità di accesso al mondo del lavoro per effettuare una scelta più libera e consapevole. Pertanto, con l’intento di garantire l’inclusione femminile nel mercato del lavoro, sono stati stanziati 3 milioni di euro a partire dallo scorso anno. Ma cos’è e come funziona il bonus casalinghe 2021? Quali sono i requisiti per accedere all’incentivo?

Per accedere al bonus casalinghe bisogna essere:

– casalinghe disoccupate;

– cittadine italiane o straniere, purché in possesso di un regolare permesso di soggiorno.

Inoltre, non sono richiesti particolari requisiti Isee per poter fare richiesta del bonus

Bonus casalinghe 2021: come fare domanda?

A chiarire le modalità per inoltrare la domanda per il bonus casalinghe 2021 sarà un apposito decreto attuativo del ministero per le Pari Opportunità. Tuttavia, possiamo anticipare che per accedere al bonus bisognerà inoltrare l’istanza attraverso l’Inps.

Casalinghe: assegno mensile pari a 574,59 euro. A chi spetta?

Chi riporta menomazioni o lesioni severe in conseguenza di un infortunio domestico, riceverà dall’Inail questo assegno che per il 2021 è pari a 574,59 euro, tenendo presente che l’importo viene rivalutato ogni anno con apposito decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, sulla base della variazione effettiva dei prezzi al consumo.

L’assegno è pagato su base mensile ed è erogato per sempre o fino a quando permane la necessità di assistenza personale e continuativa.

Da segnalare che questa prestazione economica non è cumulabile con altri assegni di accompagnamento corrisposti dallo Stato o da enti pubblici ed è sospeso in cado di ricovero.

Casalinghe: obbligo assicurazione. Cos’è e come funziona

In attesa che prenda il via questo bonus, spostiamo l’attenzione su un’altra misura che esiste già da tempo e che invece prevede il pagamento di un assegno mensile in favore delle casalinghe che vengono a trovarsi in determinate situazioni.

Come è noto, dall’1 marzo 2001 è entrato in vigore l’obbligo di sottoscrivere un’assicurazione contro gli infortuni domestici.

Come spiegato sul sito dell’Inail, che gestisce questa polizza assicurativa, è tenuto ad assicurarsi chi ha un’età compresa tra i 18 e i 67 anni compiuti, svolge il lavoro per la cura dei componenti della famiglia e della casa, non è legato da vincoli di subordinazione e presta lavoro domestico in modo abituale ed esclusivo.

La polizza assicurativa prevista per le casalinghe deve essere sottoscritta non solo dalle donne, ma da chiunque si occupa dello svolgimento del lavoro domestico in modo abituale ed esclusivo.

Casalinghe: quanto costa l’assicurazione. Chi la paga e chi no

Il premio assicurativo deve essere versato all’Inail entro il 31 gennaio di ogni anno e dal 2019 è pari a 24 euro annui.

E’ esonerato dal pagamento di questo contributo, che sarà quindi a carico dello Stato, chi ha un reddito molto basso e precisamente fino a 4.648,11 euro lordi annui e chi rientra in un nucleo familiare il cui reddito complessivo lordo non sia superiore a 9.296,22 euro annui.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Adl vuole evitare un Higuain-bis, super offerta a Koulibaly per rinnovare col Napoli

Nelle ultime ore si susseguono le voci di un interessamento della Juventus per Kalidou Koulibaly. Secondo quanto si legge...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria