Governo approva il Decreto dei buoni spesa, le modalità per le richieste

Ieri il Governo ha approvato il decreto Ristori ter che istituisce i buoni spesa. Il bonus dovrà essere erogato dai Comuni, così come è successo per quello dello scorso aprile. L’importo dell’aiuto varierà da un minimo di 300 euro a un massimo di 500 euro. Naturalmente dipenderà dalla composizione nucleo familiare. Il contributo potrà essere speso negli esercizi commerciali convenzionati con l’ente comunale. La procedura sarà questa: il Comune pubblicherà l’avviso pubblico dopodiché partiranno le richieste. Infine l’ente comunale distribuirà i buoni spesa.

DECRETO BUONI SPESA

“Al fine di consentire ai comuni l’adozione di misure urgenti di solidarietà alimentare, è istituito nello stato di previsione del ministero dell’Interno, un fondo di 400 milioni di euro nel 2020, da erogare a ciascun Comune, entro 7 giorni dall’entrata in vigore del presente decreto legge”, si legge nel decreto Ristori Ter.

Il deputato Salvatore Micillo ha pubblicato il report delle somme destinate ai Comuni dell’area Giuglianese. “Il Governo ha designato altri 400 milioni di euro di buoni spesa per supportare i cittadini nel corso dell’emergenza Covid-19 e soccorrerli nella difficoltà economica che stiamo vivendo. I Comuni recepiranno buoni spesa usufruibili per l’acquisto di generi alimentari o di prodotti di prima necessità presso gli esercizi commerciali disponibili nell’elenco pubblicato sui siti istituzionali degli stessi enti locali. Per il nostro territorio, il Governo ha stanziato 2.267.558,14 €. La stima del fabbisogno di spesa per il sostegno socio-economico dei nuclei bisognosi è stato distribuito“.

BUONI SPESA IL REPORT DEGLI 8 COMUNI DELL’AREA GIUGLIANESE

Giugliano in Campania 1.017.384,14 €.
Calvizzano 82.689,58 €.
Casandrino 102.118,48 €.
Melito di Napoli 237.345,16 €.
Mugnano di Napoli 217.743,03 €
Qualiano 160.980,68 €.
Sant’Antimo 220.036,59 €.
Villaricca 229.260,56 €.

Il sostegno dovrà far fronte alle difficoltà economiche derivanti alla pandemia di Covid-19, inserendolo nel decreto Ristori ter. Contributo annunciato dal ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri: Per non lasciare indietro nessuno, abbiamo anche previsto un fondo di 400 milioni di euro da destinare ai comuni, per sostenere le famiglie maggiormente in difficoltà attraverso l’erogazione di buoni spesa e generi di prima necessità, come avvenne durante la prima fase della pandemia. Per tutelare sempre di più la salute dei cittadini, potenziamo ulteriormente la risposta all’emergenza con un ulteriore stanziamento di 100 milioni di euro destinati all’acquisto e alla distribuzione di farmaci contro il Covid-19“.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.